Capodanno 2018 all'insegna dell'arte: ecco tutte le mostre in Italia

Pablo Picasso (Getty Images)
4' di lettura

Nella notte di San Silvestro  e durante tutto il weekend di festa, le principali esposizioni della stagione resteranno aperte: da Van Gogh a Picasso passando per Pirandello e il mondo rurale tra '800 e '900. Musei aperti anche a Roma e Milano

Sarà un Capodanno 2018 all’insegna dell’arte e della cultura da Nord a Sud in Italia. Nella notte di San Silvestro e durante tutto il lungo fine settimana di festa, infatti, le mostre più importanti della stagione resteranno aperte. In alcuni casi, come Van Gogh a Vicenza e Picasso a Genova, anche fino alle due del mattino tra il 31 dicembre e il primo di gennaio. Verranno inaugurate una rassegna su Pirandello ad Agrigento e ad Ostana (Cuneo) un'esposizione incentrata sul mondo rurale tra '800 e '900. Musei aperti anche a Roma e Milano.

Capodanno con Van Gogh e Picasso

Aperture straordinaria nella notte di San Silvestro a Vicenza e Genova. Nel capoluogo veneto andrà in scena “Van Gogh. Tra il grano e il cielo” nella Basilica Palladiana: 129 opere tra dipinti e disegni del genio olandese. La mostra potrà essere visitata il 31 dicembre dalle 9 alle 2 della notte, mentre a Capodanno l'orario sarà dalle 10 alle  20. A Genova, invece, ci sarà la grande rassegna “Picasso. Capolavori del Museo Picasso, Parigi”, una selezione di 50 opere dell’artista spagnolo. Anche in questo caso, esposizione aperta al pubblico dalle 9.30 alle 2 (ultimo ingresso all'una), mentre il primo gennaio si potrà visitare dalle 9.30 alle 19.30. La mostra sarà allestita negli spazi di Palazzo Ducale fino al 6 maggio.

Le mostre di Roma

Nella Capitale San Silvestro e Capodanno potranno essere celebrati nel segno dell’arte contemporanea con le mostre del Maxxi, ben sette tra arte, architettura, fotografia, scienza e design. Tra queste “Gravity. Immaginare l'Universo dopo Einstein”, “Atlante” di Luigi Ghirri, “Zaha Hadid e l'Italia”, un omaggio all’architetto scomparso che ha progettato il museo romano. Il Maxxi resterà aperto per San Silvestro dalle 11.00 alle 17.00, mentre l'1 gennaio (che cade di lunedì, giorno di chiusura del museo) rispetterà in via eccezionale l'orario 11.00-19.00. Anche a Roma sarà allestita negli spazi delle Scuderie del Quirinale la mostra dal titolo “Picasso. Tra Cubismo e Classicismo 1915-1925”, con circa 110 capolavori, provenienti dai maggiori musei del mondo. Orari: il 31 dicembre dalle ore 10 alle ore 15, invece l'1 gennaio dalle ore 16 alle ore 20. Al Complesso del Vittoriano, poi, sarà aperta per tutto il weekend “Monet. Capolavori dal Muse'e Marmottan, Parigi” dalle 9.30 alle 15.30 a San Silvestro e dalle 15.30 alle 20.30 a Capodanno.

Le mostre di Milano

A Milano Palazzo Reale resterà aperto al pubblico con i seguenti orari: l'ultimo dell'anno dalle 9.30 alle 14.30, mentre il primo dalle 14.30 alle 18:30. La sede espositiva milanese ospita le maggiori rassegne del periodo, prima fra tutte “Dentro Caravaggio”, dove per la prima volta le tele del Merisi sono affiancate dalle rispettive immagini radiografiche per seguire e scoprire il percorso dell'artista dal suo pensiero iniziale fino alla realizzazione finale dell'opera. A Capodanno la mostra resterà aperta fino alle 22.30. A Palazzo Reale anche “Toulouse Lautrec. Il mondo fuggevole” che attraverso oltre 250 opere fa scoprire l'importanza artistica del pittore bohemien.

Le inaugurazioni

Fino al 2 aprile, negli spazi del Centro polifunzionale e culturale “Lou Pourtoun” a Ostana in provincia di Cuneo, sarà allestita la mostra “'Il mondo rurale tra '800 e '900”, una testimonianza del rapporto intessuto dagli artisti italiani con il mondo contadino. Verranno esposte, tra gli altri, le opere Guttuso, Migneco, Morando, Zigaina, Pizzinato, Fattori, de Pisis e Sironi. Ad Agrigento, invece, verrà inaugurata il 29 dicembre e sarà aperta al pubblico fino al 21 gennaio “Luigi Pirandello e la cultura artistica fra Ottocento e Novecento”, presso l'Auditorium Lizzi del Museo Archeologico Regionale “Pietro Griffo”. L’evento sarà finalizzato a far riscoprire la passione del drammaturgo siciliano per le arti figurative.

Leggi tutto
Prossimo articolo