Italia Nostra, soddisfatti per bocciatura Nuovo Galliera

Liguria
53f06adde1929b6172a0b6fe22e9b5f6

Associazione, progetto riduce letti. Ora altri due ricorsi

ascolta articolo

 "Con grande soddisfazione Italia Nostra recepisce la sentenza del Consiglio di Stato emessa ieri contro il Comune di Genova, la Regione Liguria e l'Ente Ospedaliero che conferma la bocciatura del progetto definitivo del Nuovo Galliera. L'associazione era intervenuta ad opponendum in tale ricorso a sostegno delle istanze proposte dai "Cittadini per Carignano" che sono state riconosciute come fondate dal Consiglio di Stato". Canta vittoria l'associazione ambientalista Italia Nostra dopo la sentenza del Consiglio di Stato sul progetto dell'Ospedale Galliera.
    "Nonostante la pendenza di tale ricorso, l'Ente Ospedaliero ha proceduto al bando di gara per l'edificazione del solo primo lotto di tale progetto che, con una procedura accelerata, era stato nuovamente approvato da tutti gli enti - denuncia l'associazione in una nota -. Italia Nostra comunica di aver presentato anche un nuovo ricorso straordinario al Capo dello Stato contro il progetto definitivo del 1° lotto e un ricorso al TAR, iscr. al ruolo 285/2022, contro il nuovo decreto di vincolo indiretto che, nonostante la sentenza del Consiglio di Stato n.
    4685/2021, ha riproposto le medesime prescrizioni, già giudicate inefficaci, rispetto alla tutela del complesso monumentale".
    Italia Nostra ricorda che "il progetto del Nuovo Galliera non prevede un aumento dell'offerta sanitaria ma una riduzione dei posti letto e personale sanitario e l'indebitamento dell'ente con un mutuo di 75 milioni di euro che graverà sulle finanze pubbliche per le prossime generazioni".
    "Sarebbe più opportuno sospendere la gara e mantenere in funzione tutti i 20 padiglioni ospedalieri e restaurarli internamente con molti più posti letto così come era stato previsto dal progetto "Galliera 2000" già assentito da tutte le amministrazioni e con costi molto più contenuti". (ANSA).
   

Genova: I più letti