Filmati con minori per ricariche giochi on line, arrestato

Liguria
2f2816b85a7cc609fb76f272a1cb2e3a

Studente accusato di pedofilia e istigazione a pedopornografia

(ANSA) - GENOVA, 18 GEN - Ricariche per i giochi on line in cambio di filmati di sesso sul web. Ad adescare i giovani, ragazzi dai 12 ai 18 anni, c'era uno studente genovese di 24 anni che è stato arrestato dai carabinieri. Le accuse, come riportato dal Secolo XIX, vanno dalla pedofilia alla pornografia minorile fino alla violenza sessuale. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori il ragazzo offriva agli adolescenti la possibilità di guadagnare ricariche o crediti nelle piattaforme di gioco on line (Fortnite, Roblox e Avakin) in cambio di video.
    La sua opera di persuasione nei confronti dei ragazzini era così abile che in più di un'occasione i militari hanno evidenziato come lo studente abbia assoldato ragazzini che a loro volta hanno adescato altri minorenni. L'indagine è partita dopo la denuncia di un genitore, scoperti contatti anche a Bergamo, Treviso e Rimini.
    Lo studente era molto attivo sulle varie piattaforme di giochi on line ma anche sui social network. E in particolare TikTok dove, attraverso un account fasullo, aveva conosciuto molti giovanissimi. Il secondo passaggio della tecnica di adescamento era quello di ottenere il numero di cellulare dell'adolescente e sfruttare la sua passione per i giochi on line. A quel punto offriva le ricariche in cambio di filmati.
    (ANSA).
   

Genova: I più letti