Imprenditoria straniera, Liguria seconda

Liguria
@ANSA
a0d6b027ead3621b04e8127eb493e6e3

Nel terzo trimestre 2019 aumento di 156 unità

 La Liguria è al secondo posto in Italia dietro alla Toscana per tasso di imprenditorialità straniera: si assesta infatti alla quota del 13,3% con 3,3 punti percentuali sopra la media italiana. Il dato emerge dall'analisi di Unioncamere Liguria su dati Infocamere e fa riferimento al periodo del terzo trimestre 2019. Rispetto allo stesso periodo del 2018, le imprese straniere sono aumentate di 156 unità e le iscrizioni hanno fatto registrare un +32,9%. Sono le costruzioni, infine, il settore prevalentemente scelto dagli stranieri per avviare un'attività (rappresentando quasi il 40% del totale delle imprese straniere): nel terzo trimestre 2019 sono cresciute di 13 unità. Seguono il commercio e le attività di alloggio e ristorazione.
   

Genova: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24