Cittadini installano centraline polveri

Liguria
genova

Si aggiungono a quelle installate da istituzioni

 Per monitorare l'inquinamento dell'aria in concomitanza con la demolizione tramite esplosivo del moncone est del ponte Morandi un gruppo di cittadini genovesi, in collaborazione con l'Ecoistituto Re-Ge e il coordinamento Rinascimento Genova, ha messo in funzione quattro centraline per il rilevamento in tempo reale delle polveri fini e ultrafini, Pm10 e Pm2,5 su balconi e terrazze di abitazioni vicino al ponte. Queste vanno a sommarsi alle sette centraline istituzionali installate in loco. "Constatiamo che l'inevitabile nuvola di polveri fini e ultrafini prodotta dalle esplosioni e dall'impatto al suolo delle macerie del Morandi, si diffonderà per la vallata, seguendo la direzione del vento - spiegano gli organizzatori - Le concentrazioni di polveri, misurate in continuo, saranno visibili in tempo reale sul sito cheariatira.it/genova. Poiché sono previsti venti da nord, molto probabilmente sarà la centralina di via Porro a rilevare per prima l'arrivo delle polveri e a registrare le concentrazioni maggiori".
   

Genova: I più letti