Da tempo processo degrado Ponte Morandi

Liguria
@ANSA
c9348a57e149de0eafb2d13f8ff7a194

Per esperti svizzeri molti segni di corrosione di diversi gradi

"Tutti i trefoli e i fili del reperto 132 mostrano segni di corrosione di diversi gradi. Diversi trefoli mostrano una perdita totale della sezione trasversale dovuta alla corrosione nella zona terminale. Ciò indica un processo di degrado in atto da molto tempo". E' uno dei passaggi della relazione sull'analisi dei reperti del ponte Morandi fatta dal laboratorio svizzero su richiesta della procura di Genova.
    La relazione è stata messa a disposizione delle parti durante l'udienza dell'incidente probatorio, ma la traduzione dovrà essere rifatta con un consulente nominato dal gip. "Nell'area dei trefoli rotti - proseguono gli esperti - sono stati rinvenuti corpi estranei come materiale di iuta concrezionato, residui di grasso su parti in acciaio e frammenti di asfalto libero. I numerosi frammenti indicano una certa fragilità dei singoli fili. Una controindicazione è rappresentata dalle evidenti deformazioni plastiche dei singoli pezzi di filo e trefoli.

   In quasi tutti i campioni di ferro e calcestruzzo esaminati dagli esperti del laboratorio svizzero, dove sono stati inviati i reperti del ponte Morandi, sono state rilevate quantità da esigue a molto elevate "di cloruri e solfati che favoriscono la corrosione e quantità di nitrati, formiati e acetati corrosivi". Lo scrivono i tecnici nella loro relazione. Su tutti i fili esaminati, inoltre, "il contenuto totale di idrogeno è significativamente superiore alla soglia critica". (ANSA)

Genova: I più letti