Banche abusive per mandare soldi Marocco

Toscana
d62121dba3cda8aaa1e0dc08dd2eca6b

Sette persone arrestati, somme venivano trasferite via WhatsApp

(ANSA) - FIRENZE, 23 OTT - Due banche abusive dotate di 'sportelli' presso esercizi commerciali nel centro storico di Firenze, tra cui due centri di servizi agli immigrati (agenzie di viaggio) e una macelleria, specializzate nel trasferimento di denaro frutto di attività illecite, in particolare spaccio di droga, che avrebbero movimentato 5 milioni di euro dall'Italia al Marocco. È quanto scoperto dalla Gdf di Firenze, che oggi ha arrestato 7 persone, 5 in carcere e 2 ai domiciliari. Altre 5 persone sono state sottoposte all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. I destinatari delle misure, per la maggior parte marocchini, apparterrebbero a 2 gruppi criminali, organizzati per l'esercizio abusivo dell'attività finanziaria e per il riciclaggio di denaro. I soldi venivano trasferiti attraverso WhatsApp: bastava inviare l'immagine di un'attestazione della somma che doveva essere consegnata al beneficiario in Marocco e i funzionari delle filiali abusive nord africane provvedevano a consegnare i soldi.
   

Firenze: I più letti