Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Giornata mondiale della Pizza, cibo che vale un business mondiale da 100 miliardi di euro

A Napoli pizze gratis in strada

4' di lettura

Secondo i dati di Coldiretti, gli statunitensi sono i più golosi. In Italia, è la colonna portante di un sistema economico costituto da 127mila locali. Nel nostro Paese, aggiunge Cna, se ne sfornano circa otto milioni al giorno, quasi tre miliardi in un anno

È il prodotto enogastronomico tra i più rappresentativi del “made in Italy”, il comparto è patrimonio dell’Unesco ed è simbolo del successo della dieta mediterranea in tutto il pianeta, tanto che nel 2019 ha raggiunto un fatturato mondiale che ha superato i 100 miliardi di euro, di cui 15 miliardi solo in Italia. Si parla di pizza, in occasione della Giornata internazionale che celebra i piazzaioli. "Rotonda, quadrata, con o senza "cornicione", a tranci, sottile, spessa, croccante o soffice, con mozzarella e pomodoro o con fiori di zucca e alici, oppure con verdure grigliate, la pizza si conferma - spiega Coldiretti - uno dei piatti storici più versatili della cucina italiana, tanto che l'Unesco ha proclamato nel 2017 l'arte dei pizzaioli patrimonio immateriale dell'umanità". "Ma la pizza è anche la colonna portante di un sistema economico costituto da 127mila locali in Italia dove si prepara e si serve, con la Campania che - precisa la Coldiretti - è la regione che ha il maggior numero di attività, con il 16% del totale”.

In Italia otto milioni di pizze al giorno

La pizza nel nostro Paese è scelta da quasi tre quarti dei consumatori. Il mercato ne sforna circa otto milioni al giorno, quasi tre miliardi in un anno. La pizza tradizionale - marinara, margherita, napoletana e capricciosa- batte la gourmet e mette in fila le speciali e quelle con gusti 'fai-da-te'. Le tendenze enogastronomiche ed economiche sono rilevate dalla Confederazione nazionale dell'artigianato e della piccola e media impresa (Cna). Il comparto, orgoglio della qualità alimentare italiana e patrimonio Unesco con 'L'Arte tradizionale del pizzaiuolo napoletano', registra un fatturato annuale di 15 miliardi e un movimento economico superiore ai 30 miliardi. Le imprese del settore coinvolte sono centotrentamila. Gli addetti a tempo pieno centomila che diventano 200mila nei fine settimana.

I dati Regione per Regione

Dal report economico della Confederazione emerge nello specifico che tra il 2015 e quest'anno le imprese con attività di pizzeria sono cresciute da 125.300 a 127 mila (dati aggiornati al 31 marzo scorso). In particolare, analizzando e disaggregando il dato, emerge che le attività con somministrazione sono oltre 76 mila (di cui quasi 40 mila ristoranti-pizzeria e più di 36 mila bar-pizzeria), oltre 36mila le attività senza somministrazione (15 mila rosticcerie-pizzeria, 14 mila pizzerie da asporto e il resto gastronomia-pizzeria). Oltre 14 mila, infine, le panetterie che offrono tra i loro prodotti anche la pizza. A livello regionale è la Campania a farla da padrona in termini assoluti, con il 16% delle attività. Seguono, nell'ordine, Sicilia (13%), Lazio (12%), Lombardia e Puglia (10%). A primeggiare sotto il profilo del rapporto pizzerie/abitanti l'Abruzzo, con un'attività ogni 267 residenti. Poi Sardegna (un'attività ogni 273 abitanti), Calabria (285), Molise (307) e Campania (335). Al consumo la quasi totalità delle pizze tonde "da piatto" costa tra cinque e dieci euro, il 55% tra cinque e sette euro, il 37% tra sette e dieci euro. Sotto i cinque euro costa il 4% delle pizze. Il 4% vale la fetta di mercato delle pizze oltre i dieci euro. La tonda raccoglie il 93,9% delle preferenze, seguita da pinsa romana (3,1%) e pizza a metro (3%).

Gli statunitensi sono i più golosi

"La passione per la pizza - aggiunge Coldiretti - è anche planetaria, con gli statunitensi che sono i maggiori consumatori con 13 chili a testa mentre gli italiani guidano la classifica in Europa con 7,6 chili all'anno, e staccano spagnoli (4,3), francesi e tedeschi (4,2), britannici (4), belgi (3,8), portoghesi (3,6) e austriaci che, con 3,3 chili di pizza pro capite annui, chiudono la classifica”.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"