Ispettorato del lavoro: Amazon assuma 1.300 persone

L'accertamento è iniziato il 7 dicembre (Getty Images)
1' di lettura

Secondo un accertamento iniziato il 7 dicembre scorso, il gruppo avrebbe sforato i limiti dei "lavoratori somministrati". Che adesso potranno chiedere di essere assunti

Amazon ha sforato le quote per l'utilizzo di "lavoratori somministrati" e ora dovrà assumere 1.300 interinali, che potranno chiedere la stabilizzazione dal primo giorno del loro utilizzo. È quanto ha notificato l'Ispettorato Nazionale del Lavoro ad Amazon. Nessun rilievo invece dalle verifiche fatte sui controlli a distanza dei lavoratori. 

Superati i limiti dei "somministrati"

Tutto nasce da un accertamento avviato lo scorso 7 dicembre nei confronti della società Amazon Italia Logistica. "È stato contestato all'azienda - afferma un comunicato dell'Ispettorato - di aver utilizzato, nel periodo da luglio a dicembre 2017, i lavoratori somministrati oltre i limiti quantitativi individuati dal contratto collettivo applicato. Si evidenzia infatti che l'impresa, a fronte di un limite mensile di 444 contratti di somministrazione attivabili nel periodo suindicato, ha invece sensibilmente superato tale limite, utilizzando in eccesso un totale di 1.308 contratti per lavoratori somministrati".

La soddisfazione della Cgil

Su Twitter la Cgil ha commentato la notifica dellIspettorato sottolineando come sia stata accertata la "lesione dei diritti denunciata da sindacato e lavoratori" per proseguire: "Dopo l'importante accordo a Piacenza continuiamo a batterci per far rispettare i diritti e estenderli ai nuovi lavori. Subito l'incontro con l'azienda per regolarizzare la posizione dei lavoratori".

Leggi tutto
Prossimo articolo