Istat: a dicembre disoccupazione al 10,8%, mai così bassa dal 2012

2' di lettura

Secondo l’Istituto nazionale di statistica i cittadini senza un lavoro sono 2 milioni e 791 mila e, nonostante una chiusura negativa rispetto al mese di novembre (-0,1%), il 2017 è terminato con un saldo positivo di +173mila nuovi occupati

Mai così bene dal 2012. Secondo i dati dell'Istituto nazionale di statistica, il tasso di disoccupazione relativo al mese di dicembre scende al 10,8% facendo registrare il miglior risultato dall’agosto di sei anni fa. Numeri positivi specialmente per quanto riguarda la mancanza di lavoro a livello giovanile tra i 15 e i 24 anni che a dicembre scende al 32,2% (-0,2 punti su novembre). Il 2017 si è chiuso con un saldo positivo di +173 mila occupati (+0,8%), ma l'Istat segnala anche l’aumento dei contratti a termine e dei lavoratori inattivi e la diminuzione dei dipendenti.

Dati in calo rispetto a novembre

Anche se l’anno si è chiuso con un saldo positivo rispetto al 2016, dicembre ha fatto registrare dati negativi se paragonati a quelli di novembre. Nell’ultimo mese del 2017, infatti, c’è stato un calo dello 0,1% dell’occupazione rispetto ai precedenti 30 giorni. Diminuzione che riguarda sia le donne che gli uomini e tutte le classi di età, ad eccezione degli ultracinquantenni: gli over 50 sono infatti gli unici che registrano un segno positivo con un +0,2% come variazione congiunturale pari a +13mila occupati. 

Sempre meno persone in cerca di lavoro

Tra i dati positivi rilasciati dall’istituto di statistica c’è anche quello secondo cui la stima delle persone in cerca di occupazione diminuisce per il quinto mese consecutivo (-1,7%, ossia -47 mila unità rispetto a novembre). In totale, comunica Istat, i disoccupati risultano 2 milioni 791 mila.

Diminuiscono i lavoratori dipendenti

Nel confronto mensile tra dicembre e novembre, risultano però in diminuzione i lavoratori dipendenti, sia permanenti sia a tempo determinato, mentre rimangono stabili gli indipendenti. In particolare, i dipendenti sono 67 mila in meno (-0,4%): tra loro, il calo riguarda sia i lavoratori permanenti (-0,2%, -31 mila) sia quelli a termine (-1,2%, -36 mila).

Leggi tutto
Prossimo articolo