Ryanair, O'Leary promette aumenti e migliori condizioni per i piloti

2' di lettura

L'amministratore delegato della compagnia irlandese ha mandato una lettera di scuse a tutto il personale, sostenendo che le cancellazioni dei voli sono state dovute a "un errore del management". L'aumento salariale promesso è compreso tra i 5mila e i 10mila euro

Aumenti di stipendio, migliori condizioni di lavoro e maggiori prospettive di carriera. Sono queste le proposte che l’amministratore delegato di Ryanair, Michael O'Leary, ha fatto recapitare ai 4.200 piloti della compagnia low cost per scusarsi e cercare di ricucire lo strappo che ha messo in difficoltà il vettore nelle scorse settimane. Nello specifico, O'Leary ha mandato una lettera di scuse a tutto il personale, sostenendo che le cancellazioni dei voli sono state causate da "un errore del management". Nella stessa missiva l'amministratore delegato si è inoltre detto dispiaciuto per gli stravolgimenti generati nei calendari di ferie degli impiegati. La compagnia irlandese, lo scorso settembre, aveva annunciato la cancellazione di 2.100 voli fino alla fine di ottobre, ai quali se ne sono aggiunti altri 18mila (circa 1% del totale) a partire dal novembre 2017 fino a marzo 2018. Debacle che, secondo voci insistenti, sarebbero dovute a un esodo dei piloti verso altre compagnie a causa di contratti senza tutele e poca stabilità.

Ritocchi tra i 5mila e i 10mila euro all’anno

"Se state pensando di unirvi a compagnie aeree concorrenti - scrive Michael O'Leary sulla lettera visionata da Bloomberg - vi invito a rimanere con Ryanair per un futuro più brillante per voi e per le vostre famiglie". Per adempiere questa promessa, l'amministratore delegato della compagnia propone aumenti di retribuzione compresi tra i 5mila e i 10mila euro all’anno e bonus fedeltà fino a 12mila euro per i piloti che abbiano almeno un anno di anzianità. Nella lettera, il manager irlandese si impegna anche ad allineare i salari a quelli dei concorrenti low cost come Jet2 e Norwegian, e ad aprire una negoziazione su giorni di malattia pagati, periodo di prova e congedo di maternità. 

Diffidente l’associazione dei piloti irlandese

Gli impegni presi dell'ad di Ryanair, però, non sembrano avere convinto la Irish Air Line Pilots'Association, l'associazione dei piloti irlandesi, secondo la quale la lettera non contiene sufficienti dettagli in merito agli adeguamenti. "I nostri membri hanno già sperimentato in passato le promesse di Ryanair", si legge in una nota dell'associazione, che spiega di voler "considerare attentamente ogni punto prima di decidere quale risposta" dare alla compagnia.

Leggi tutto
Prossimo articolo