Ford studia una joint venture per produrre auto elettriche in Cina

Secondo Ford nei prossimi 8 anni il mercato dell’elettrico e dell’ibrido in Cina crescerà a un ritmo di sei milioni di unità l'anno (Getty Images)
2' di lettura

La casa automobilistica statunitense ha firmato un "memorandum d'intesa" con l'azienda cinese Anhui Zotye per realizzare nel paese asiatico veicoli "green" sotto un nuovo marchio. I dettagli dell'operazione verranno resi pubblici in caso di accordo definitivo

Ford punta sull'elettrico in Cina. Il colosso automobilistico statunitense ha firmato un "memorandum d'intesa" con l'azienda cinese Anhui Zotye che potrebbe portare alla nascita di una joint venture per la produzione di auto elettriche nel paese asiatico. Nel caso in cui l'accordo dovesse produrre i frutti sperati, fa sapere la stessa Ford, nascerà un nuovo marchio che costruirà veicoli "green", nella speranza di sfruttare il successo che l'elettrico sta raccogliendo in Cina.

Accordo non ancora definitivo

I dettagli, si legge nella nota diffusa da Ford, comprese informazioni sul brand, sui prodotti e sui volumi di produzione, "verranno annunciati in seguito, in caso di accordo definitivo e dopo le approvazioni degli enti di controllo". Quel che è certo è che la casa automobilistica fondata da Henry Ford produrrebbe veicoli elettrici che "verrebbero venduti con un marchio locale che farebbe capo alla joint venture, il cui obiettivo è raggiungere una quota consistente del mercato cinese".

Mercato in crescita

Il governo cinese, nel tentativo di far fronte ai preoccupanti livelli d'inquinamento nelle grandi città, nell'ultimo decennio ha stanziato decine di miliardi per finanziare lo sviluppo e la produzione di veicoli a basso impatto inquinante. Finanziamenti che hanno attratto in Cina diverse case automobilistiche tra cui Tesla, Daimler AG e General Motors che hanno già annunciato piani per la realizzazione di veicoli elettrici nel paese asiatico. La speranza delle case è che questo segmento, in combinazione con le autovetture ibride, possa raggiungere entro il 2025 almeno un quinto delle vendite totali del mercato cinese. Nello specifico Ford, che nel 2017 ha visto diminuire del 7% le sue vendite in Cina, prevede che nei prossimi 8 anni il mercato dell'elettrico e dell'ibrido crescerà a un ritmo di sei milioni di unità l'anno, di cui circa 4 milioni saranno alimentate esclusivamente a corrente. Crescita che fa del mercato cinese il più ricco di potenzialità al mondo per il segmento e che ha spinto il colosso statunitense a stringere un’alleanza con l'azienda Anhui Zotye, che Ford descrive come "il leader del mercato delle piccole vetture elettriche cinesi". La casa automobilistica cinese nel solo 2017 ha venduto più di 16mila veicoli elettrici (da gennaio a luglio), facendo registrare una crescita del 56% su base annua.

Leggi tutto
Prossimo articolo