Milano, apre la torre della fondazione Prada. FOTO

Il 20 aprile sarà inaugurato il nuovo gioiello architettonico dello spazio di viale Isarco. Un edificio di 60 metri in cemento bianco e vetro con 6 piani espositivi e 3 riservati ai servizi per i visitatori. LA FOTOGALLERY
  • ©Fotogramma
    La sede della Fondazione Prada a Milano allarga i suoi 19mila metri quadri. Il 20 aprile sarà inaugurata la torre progettata dallo studio di architettura Oma, guidato da Rem Koolhaas - David Byrne alla Fondazione Prada, con un progetto artistico sulla speranza
  • ©Fotogramma
    Il nuovo gioiello architettonico, inaugurato in occasione del Salone del Mobile, si inserisce nella caratteristica configurazione della Fondazione che unisce gli edifici preesistenti alle tre nuove costruzioni: il Podium, il Cinema e la Torre - Osservatorio, a Milano nuovo spazio espositivo della Fondazione Prada
  • ©Fotogramma
    Il nuovo edificio, alto 60 metri, è composto da cemento bianco con ampie vetrate. La sua struttura è caratterizzata da una pianta molto particolare: metà dei livelli si sviluppa infatti su una base a forma di trapezio, mentre gli altri hanno una pianta rettangolare - Milano, il primo progetto per l’infanzia della Fondazione Prada
  • ©Fotogramma
    Particolare anche la disposizione dei piani con un'altezza che aumenta man mano che si sale verso l'alto, dai 2 metri e 7 del primo agli 8 dell'ultimo livello - Arte e natura alla Fondazione Prada di Milano
  • ©Fotogramma
    La Torre include nove piani, sei dei quali ospitano sale espositive per una superficie totale di più di 2mila metri quadri, mentre gli altri tre accolgono i servizi per il visitatore e un ristorante con arredi originali del Four Seasons Restaurant di New York, tre sculture di Lucio Fontana e una selezione di quadri e piatti d'artista - A Milano apre la nuova Fondazione Prada
  • ©Fotogramma
    La struttura è completata da una terrazza panoramica di 160 metri quadri dotata di un rooftop bar - I Gelitin sbarcano alla Fondazione Prada di Milano
  • ©Fotogramma
    Gli spazi espositivi sono concepiti per accogliere opere e grandi installazioni della Collezione Prada, con i maggiori nomi dell'arte contemporanea da Damien Hirst a Walter De Maria. L'insieme dei lavori esposti, realizzati tra il 1960 e il 2016, rappresenta una sorta di mappatura delle idee e delle visioni che hanno guidato la formazione della collezione - I film di Alexander Kluge alla Fondazione Prada di Milano
  • ©Fotogramma
    Per lo storico d'arte Germano Celant, che ha ideato lo spazio insieme a Miuccia Prada, "le opere sono state scelte per essere messe in un forte rapporto con lo spazio, creano un'osmosi tra opera e architettura, secondo la logica di un grande museo. L'idea – ha spiegato Celant - è quella di non fare una collezione minestrone, ma che abbia un forte impatto spaziale, presentando gli artisti con cui abbiamo lavorato" - Ad Alejandro Iñárritu un Oscar speciale per la sua opera sui migranti