Coronavirus, news. Il Cdm approva il nuovo dl. Stato d'emergenza fino al 30 aprile

©Ansa

La percentuale dei tamponi positivi scende appena sotto il 9% (8,99). Calano i ricoveri ordinari (-187) e quelli in terapia intensiva (-57). Attese le nuove classificazioni delle regioni per fasce di rischio. Secondo l'ultimo monitoraggio della cabina di regia, 12 regioni e province autonome sono ad alto rischio, 8 sono a rischio moderato di cui 2 in progressione a rischio alto e una sola regione è a rischio basso. Verso l'approvazione in Europa del vaccino AstraZeneca

1 nuovo post
Il Consiglio dei ministri ha approvato il nuovo decreto legge con le misure per il contrasto al Covid e la proroga dello stato d'emergenza fino al 30 aprile. Il bollettino sul coronavirus di oggi registra 15.774 nuovi contagi su 175.429 tamponi. Le vittime delle ultime 24 ore sono 507. Scendono di 187 unità i ricoveri nei reparti ordinari, mentre sono 57 in meno i ricoveri in terapia intensiva. Il rapporto positivi-tamponi scende all'8,99% (BOLLETTINO - GRAFICHE- MAPPE).
Crisi di governo, Renzi ritira le ministre Bellanova e Bonetti: "Da Conte vulnus democratico, ma nessuna pregiudiziale su di lui a Palazzo Chigi". Ieri il Consiglio dei ministri aveva dato il via libera al Recovery Plan, ma con lo scontro con Iv sul Mes: le ministre di Renzi si erano astenute. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SULLA CRISI IN DIRETTA)
"Questa settimana c'è un peggioramento generale della situazione epidemiologica in Italia, l'epidemia è nuovamente in una fase espansiva". Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, nell'informativa alla Camera sulle misure anti-Covid. Tra le nuove misure resta confermato il divieto di spostamento tra regioni anche in zona gialla fino al 5 marzo e diventa vietato l'asporto dopo le 18 dai bar. Venerdì arriveranno le nuove ordinanze sulla classificazione delle regioni: 12 sono a rischio alto.

Le ultime notizie:

Per ricevere le notizie di Sky TG24:

  • La newsletter sulle notizie più lette notizie (clicca qui
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui
  • Le notizie audio con i titoli del Tg (clicca qui
- di Daniele Troilo

Il liveblog si chiude qui. Per tutti gli aggiornamenti segui il nuovo live di giovedì 14 gennaio

- di Daniele Troilo

Francia, riunione governo su anticipo coprifuoco

Un nuovo Consiglio di Difesa, composto dai principali ministri del governo, si riunisce questa mattina all'Eliseo da Emmanuel Macron per prendere una decisione sulle misure da adottare di fronte all'emergenza della variante britannica del Covid-19 in Francia. Un terzo lockdown non sembra la scelta privilegiata, mentre l'esecutivo è diviso fra un inasprimento o un ampliamento del coprifuoco alle 18 nei territori piu' esposti alla variante 'britannica', o un allargamento della stessa misura a tutto il territorio nazionale, dove il divieto di uscire scatta ogni sera alle 20. Al momento il coprifuoco scatta alle 18 in 25 dipartimenti su 101. 
- di Daniele Troilo

Dl Covid, le nuove misure restrittive

Stop agli spostamenti tra regioni fino al 3 marzo. Ci si potrà invece muovere in massimo due persone, una volta al giorno, per far visita ai propri amici e parenti in ambito regionale. Resta la deroga per i comuni sotto i 5mila abitanti, con la possibilità di spostarsi fino a un raggio di 30 chilometri. Lo stato d'emergenza è prorogato fino al 30 aprile. 
- di Daniele Troilo

Molise, pianificate prossime consegne vaccini

Negli ultimi due giorni sono state consegnate al Molise altre 3.900 dosi di vaccino Pfizer che vanno ad aggiungersi alle 4.925 arrivate il 27 dicembre scorso. In una nota ufficiale inviata al presidente della Regione Molise, Donato Toma, il commissario straordinario per l'emergenza Covid-19, Domenico Arcuri, ha pianificato anche le prossime consegne: dal 18 al 20 gennaio 2.925 dosi di vaccino Pfizer, dal 25 al 27 gennaio 300 del vaccino Moderna. Lo rende noto la Regione. Intanto, domani, nell'ambito della Conferenza Stato-Regioni, anche in relazione all'eventuale approvazione di ulteriori vaccini candidati, fa sapere il governatore, Donato Toma, "saranno presentate proposte di innovazione riguardanti modalità e criteri per la distribuzione, anzitutto delle dosi di vaccino Pfizer, disponibili a far data dal prossimo 25 gennaio".
 
- di Daniele Troilo

Brasile, altri 1.274 morti per un totale di 205.964

Il Brasile, uno dei Paesi più colpiti dalla covata nel mondo, ha registrato 1.274 nuovi decessi per la malattia nelle ultime 24 ore e ha subito più di 1.000 morti al giorno per due giorni di fila, portando il numero totale dei decessi a quasi 206.000, lo ha annunciato il governo. Il gigante latinoamericano aveva contato 1.110 morti martedì, registrando più di 1.000 morti al giorno in sei degli ultimi nove giorni, e ora ha una media di 863 morti al giorno negli ultimi 14 giorni, secondo il bollettino del Ministero della Salute. Secondo il bollettino, il Brasile ha accumulato finora 205.964 morti per Covid-19 e 8.256.563 infezioni. 
- di Daniele Troilo

Cdm approva nuovo decreto e proroga emergenza

Il Consiglio dei ministri, a quanto si apprende, ha approvato il nuovo decreto legge con le misure per il contrasto al Covid. Il decreto proroga anche lo stato d'emergenza fino al 30 aprile, come anticipato dal ministro Roberto Speranza al Parlamento. 
- di Daniele Troilo

Terminato il Consiglio dei ministri

Il Consiglio dei ministri chiamato a dare il via libera al nuovo dl anti-Covid è terminato.
- di Daniele Troilo

Vaccino: numero somministrazioni aggiornato a 869.615

È stato aggiornato a 868.615 il numero delle vaccinazioni somministrate oggi in Italia con un dato medio del 61,7% delle dosi in dotazione. Oggi ne sono state effettuate quindi 61.951. Nel complesso le somministrazioni hanno interessato ad oggi 542.012 donne e 326.603 uomini. Gli operatori sanitari interessati sono stati 669.730; 131.206 il personale non sanitario e 67.679 vaccini sono stati somministrati a ospiti delle rsa. 
- di Daniele Troilo

Festa in un locale con dj a Milano, multati in 30 per norme anti Covid

Anche 17 ragazzi tra i 16 e i 19 anni sono stati sanzionati dopo essere stati sorpresi ieri sera dai carabinieri a Villa Raverio, frazione di Besana Brianza (Monza), mentre festeggiavano il 17esimo compleanno di un'amica. LA NOTIZIA
- di Daniele Troilo

Oms anticipa a domani riunione comitato d'urgenza

L'Organizzazione Mondiale della Sanità anticipa di due settimane, a domani, la convocazione del suo comitato d'urgenza per discutere la diffusione varianti del Covid-19 che risultano altamente contagiose. Il comitato si riunisce normalmente ogni tre mesi ma "questa volta il direttore generale ha convocato i membri con due settimane d'anticipo sul calendario previsto per affrontare temi che richiedono un dibattito urgente", si spiega in un comunicato della stessa Oms che indica quali argomenti al centro della discussione "le recenti varianti, l'utilizzo dei certificati di vaccinazione e i test per i viaggi internazionali".
- di Daniele Troilo

Positivi sei operatori malattie infettive Perugia

Un cluster di personale positivo al Covid-19 e' emerso presso la degenza del reparto di di Malattie infettive dell'ospedale di Perugia. Si tratta di sei operatori che hanno contratto il virus fuori dal Santa Maria della Misericordia, secondo quanto reso noto dal direttore generale dell'Azienda ospedaliera, Marcello Giannico.
  Gli operatori positivi, tutti asintomatici, sono stati rintracciati - spiega ancora la struttura sanitaria - grazie alla messa a regime di un "rigoroso" sistema di sorveglianza sanitaria con il quale tutti i 3.000 dipendenti dell'Azienda vengono sottoposti a test antigenico molecolare una volta alla settimana.
  Nei giorni scorsi si erano verificati altri casi nelle degenze di Neurochirurgia e Medicina interna che si sono risolti con azioni mirate di contenimento della trasmissione. Entro questa settimana l'Azienda ospedaliera di Perugia conta di concludere la vaccinazione con la prima dose del personale sanitario per poi ricominciare dal 18 gennaio con i richiami per la seconda dose. 
- di Redazione Sky TG24

A Cremona più controlli per protesta ristoratori


In un vertice che si e' tenuto oggi, il prefetto di Cremona, Vito Danilo Gagliardi, ha chiesto alle forze dell'ordine di intensificare i controlli venerdi', in occasione della manifestazione  #IOAPRO1501. Tradotto: sara' tolleranza zero nei confronti di ogni manifestazione di "disobbedienza gentile" di quei ristoratori che decideranno di tenere i locali aperti, violando le misure anti-Covid. In azione, per la sorveglianza in citta' e provincia, non ci saranno solo le pattuglie della polizia, dei carabinieri e dei vigili ma anche Guardia di Finanza e i carabinieri del Nas. Sulle disposizioni illustrate al Comitato provinciale per l'Ordine e la sicurezza pubblica, il prefetto Gagliardi e' stato chiaro: "Non si tratta di pugno duro, perche'  ho piu' volte ricevuto i ristoratori e ho portato le loro istanze, che sono condivisibili, al governo. Ma con la salute non si scherza, non ora. Capisco che quella dei  ristoratori sia una provocazione  ma non posso pensare che le istituzioni e gli organi preposti possano accettare una provocazione pericolosa". Per altro, stando almeno alle indiscrezioni, potrebbe essere davvero risicata l'adesione all'iniziativa di ristoratori e baristi cremonesi. 

- di Redazione Sky TG24

Scuola: Lombardia, ci riserviamo reclamo contro sentenza Tar

"Prendiamo atto della decisione del Tribunale Amministrativo Regionale e ci riserviamo, dopo aver valutato nel dettaglio le motivazioni dello stesso, di proporre reclamo poiche' i riferimenti normativi che hanno orientato il Giudice del Tribunale, non tengono conto della possibilita' delle Regioni di adottare misure piu' restrittive di quelle previste dai vari Dpcm": cosi', in una nota, la Regione Lombardia si esprime sulla decisione del Tar della Lombardia, che ha accolto il ricorso del comitato 'A scuola!' contro l'Ordinanza lombarda dell'8 gennaio che aveva disposto la Dad al 100% per tutte le scuole secondarie fino al 25 gennaio. 
- di Redazione Sky TG24

Francia, oltre 23.000 nuovi casi,pressione su ospedali
 

Sono 23.852 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore in Francia, dove la pressione sugli ospedali non accenna a diminuire. Lo si apprende dai dati diffusi dalla Sanita' pubblica francese. Ieri i contagi erano stati 19.753. Dall'inizio del 2021 si contano una media di 20.000 nuove infezioni al giorno, un numero assai superiore alle 5.000 che prevedeva il governo a meta' dicembre scorso. Le vittime sono 232, in calo rispetto alle 362 del giorno precedente. Sul fronte vaccinazioni, ad oggi risultano vaccinate 247.167 persone nell'ambito della campagna avviata il 26 dicembre 2020.

- di Redazione Sky TG24

Vaccini, arrivate 7.800 dosi all'ospedale all'Angelo Mestre

Un primo carico di 7.800 dosi di vaccino Moderna per il Veneto, scortate dai Carabinieri, è arrivato nel pomeriggio nel sito di stoccaggio dell'Ulss 3 Serenissima, all'ospedale dell'Angelo di Mestre, tramite corriere espresso. I 780 flaconcini, contenenti dieci dosi ciascuno al loro interno, sono ora custoditi nel freezer dedicato, che si trova nella farmacia ospedaliera dell'Angelo. Le dosi sono conservate a una temperatura di meno 20 gradi centigradi.
- di Redazione Sky TG24

Per ricevere le notizie di Sky TG24:

  • La newsletter sulle notizie più lette notizie (clicca qui
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui
  • Le notizie audio con i titoli del Tg (clicca qui
- di Steno Giulianelli

Virus, bollettino: superata la soglia degli 80mila decessi: IL VIDEO

- di Steno Giulianelli

Scuola, Lombardia: Tar boccia dad 100%; Regione "ricorreremo"

"Prendiamo atto della decisione del Tribunale Amministrativo Regionale e ci riserviamo, dopo aver valutato nel dettaglio le motivazioni dello stesso, di proporre reclamo poiche' i riferimenti normativi che hanno orientato il Giudice del Tribunale, non tengono conto della possibilita' delle Regioni di adottare misure piu' restrittive di quelle previste dai vari Dpcm". Lo comunica in Nota Regione Lombardia dopo aver appreso della decisione del Tar della Lombardia sulla sospensione dell'efficacia dell'ordinanza che prevede la didattica a distanza al 100% per le scuole superiori. 
- di Steno Giulianelli

Bozza dl: confermati in massimo due a casa di amici o parenti

La bozza del nuovo decreto anti coronavirus conferma la regola che consente a un massimo di due persone di andare a visitare amici o parenti, una volta al giorno. Nella bozza infatti si legge: "in ambito regionale, lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata e' consentito, una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 05:00 e le ore 22:00, e nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle ivi gia' conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potesta' genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi". 
- di Steno Giulianelli

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.