Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Coronavirus, 3 morti e oltre 150 contagi. Revocato stop a treni Italia-Austria

Deceduta una donna anziana a Crema, ricoverata in oncologia con una situazione compromessa e che aveva contratto anche il virus. Revocato lo stop a linea ferroviaria tra Italia e Austria, ripartiti treni da Venezia a Monaco fermati al Brennero

Leggi tutto
1 nuovo post
Salgono a tre le vittime per il coronavirus in Italia. Si tratta di una donna che era ricoverata a Crema (provincia di Cremona) in oncologia, con una situazione molto compromessa e che ha contratto anche il virus. Aumenta intanto il numero dei contagi: sono in totale 152 (di cui 112 in Lombardia), comprese le tre persone decedute. Scuole e università chiuse in Piemonte, Veneto, Lombardia, Emilia-Romagna e Trentino-Alto Adige. Il presunto 'paziente zero' ribadisce di non aver mai avuto il virus. In serata l'Austria ha revocato lo stop ai collegamenti ferroviari tra Italia e Austria, dopo aver fermato per quattro ore al Brennero due treni provenienti da Venezia a causa di due casi sospetti a bordo. 


I principali aggiornamenti

  • Nella serata di domenica due treni provenienti dall'Italia sono stati bloccati alla frontiera del Brennero dalle autorità austriache per due casi sospetti di coronavirus a bordo. L'Austria ha comunicato di aver interrotto la linea ferroviaria Italia-Austria, ma lo stop è stato revocato e i treni sono ripartiti dopo quasi 4 ore. 
  • In Lombardia ci sono 112 contagiati, tra cui il primo nella città di Milano, un medico. "Il numero di persone che dovrà stare in isolamento sarà molto rilevante" ha detto il governatore Fontana a Sky TG24 (VIDEO).
  • Sono 25 i casi in Veneto, di cui 2 a Venezia. Stop al Carnevale.
  • Si ferma lo sport in Veneto e Lombardia. Rinviate anche quattro partite di Serie A.
  • In alcuni supermercati del Milanese, code alle casse e scaffali vuoti (FOTO).
  • Ieri il governo ha varato misure straordinarie. Tra queste il divieto di allontanamento e di ingresso nelle aree 'focolaio' del virus e lo stop alle gite scolastiche (TUTTE LE MISURE).
  • Il viceministro della Salute Sileri a Sky TG24: "Troveremo altri casi" (VIDEO).
  • Il virologo Pregliasco a Sky TG24: "Letalità inferiore a quella dell'influenza" (VIDEO).

La situazione nel resto del mondo

  • In Romania è stata disposta la quarantena obbligatoria per tutte le persone in arrivo dalla Lombardia e dal Veneto o che siano stati nelle due regioni italiane negli ultimi 14 giorni. 
  • La Francia ha annunciato di non aver intenzione di adottare misure verso l'Italia, per il momento.
  • In Cina si aggrava il bilancio dei morti: sono 2.442 dopo le altre 97 vittime registrate ieri, quasi tutte, eccetto una, nella provincia di Hubei. 
  • Massima allerta in Corea del Sud per un'improvvisa impennata del numero di contagi (FOTO).
- di Redazione Sky Tg24

Il liveblog si conclude qui. Per tutti gli aggiornamenti segui la NUOVA DIRETTA

Iscrivetevi agli aggiornamenti gratuiti via Messenger di Sky tg24 

- di Chiara Piotto

Da lunedì mattina varchi di controllo attivi a Vo' Euganeo

Entrano in funzione dalle 7 di lunedì mattina i varchi di controllo, in entrata e in uscita, a Vo' Euganeo, paese epicentro della diffusione del Coronavirus in Veneto. Lo si apprende da fonti del Comune. Si tratta di una delle misure di contenimento del rischio di contagio decisa venerdi' sera con decreto del Governo. Saranno otto i varchi attivati nelle strade di accesso al paese, controllati da personale dell'Esercito e delle forze dell'ordine. 
- di Chiara Piotto

Revocato stop treni Italia-Austria

OBB revoca il blocco della circolazione ferroviaria tra Italia e Brennero. Ma chi desidera annullare il proprio viaggio in Italia per il 24 febbraio può cancellare il proprio biglietto gratuitamente.
- di Chiara Piotto

Sanificazione straordinaria su mezzi pubblici Milano

"Stiamo svolgendo una sanificazione straordinaria quotidiana dei mezzi in circolazione, dai sostegni ai sedili a tutte le superfici di contatto". Lo comunica l'ATM, l'azienda dei trasporti pubblici di Milano, che invita tutti i cittadini alla collaborazione: "Seguite le dieci regole del ministero della Salute". 
- di Chiara Piotto

Romania, quarantena per chi torna dal zone focolaio italiane

Il ministero della Salute della Romania ha deciso la quarantena di 14 giorni per tutti i romeni che rientreranno dal focolaio italiano del nuovo coronavirus. Lo scrivono i media locali, secondo cui sono almeno 8 mila i cittadini romeni residenti nelle aree considerate a rischio contagio in Italia. 
- di Chiara Piotto

Cosa è successo sulla linea del Brennero

I convogli Eurocity fermati dalle autorità austriache alla stazione del Brennero sono due, l'EC 86 e l'EC 1288, entrambi con destinazione finale Muenchen Hbf. A bordo del primo treno viaggiavano due donne tedesche con la febbre. Le viaggiatrici sono state fatte scendere a Verona Porta Nuova ma le Ferrovie dello Stato italiane, che hanno comunque isolato parte del treno, hanno informato il personale delle ferrovie austriache OBB che a sua volta ha allertato il centro operativo di coordinamento del Ministero degli Interni di Vienna. All'arrivo al Brennero alle ore 19,09, con un ritardo di circa 80 minuti, l'Eurocity 86 è stato fermato. Una quarantina di minuti più tardi è arrivato l'EC 1288 e anche quello è stato fermato. Le ferrovie austriache hanno interrotto i viaggi tra Innsbruck e il Brennero (e viceversa) con i convogli che vengono fermati alla stazione di Steinach am Brenner. Il blocco riguarda anche il regionale austriaco Rex1828 e l'Espresso D408 Nizza-Mosca. 
- di Chiara Piotto

Francia non adotta misure verso l'Italia

La chiusura del confine con l'Italia a causa del coronavirus "non avrebbe senso", ha affermato in serata il ministro della sanità francese Olivier Ve'ran rispondendo ad una domanda a France 2. "Non avrebbe senso perché un virus non si ferma alla frontiera", ha affermato, aggiungendo di aver parlato con i suoi colleghi italiano e tedesco e di aver convenuto una riunione, "probabilmente la settimana prossima". Per quanto riguarda i trasporti, "Air France opera normalmente tutti i suoi voli da e per l'Italia", ha detto un portavoce della compagnia alla Afp, mentre la SNCF (le ferrovie francesi) ha diffuso messaggi nelle principali stazioni francesi, esortando i viaggiatori a contattare un numero di emergenza in caso di malattia, ma non ha adottato alcuna misura specifica riguardo all'Italia.
- di Chiara Piotto

Sospesi treni tra Italia e Austria

Le ferrovie austriache hanno bloccato tutti i treni da e per l'Italia a causa della diffusione del Coronavirus. "Al momento non e' possibile viaggiare attraverso il Brennero in nessua delle direzioni a causa di un divieto ufficiale dalle autorita'", ha spiegato la compagnia Obb in un tweet. Non è ancora stato chiarito per quanto tempo durerà il blocco ai collegamenti.
 
- di Chiara Piotto

Treno Venezia-Monaco fermato al Brennero

La pagina di avviso sul sito di OBB, le ferrovie austriache.
- di Chiara Piotto

Linea tra Brennero e Innsbruck interrotta

Sono circa le 300 persone che si trovano a bordo dell'Eurocity 86 fermato al Brennero per sospetto caso di coronavirus a bordo, e vengono rifocillate con cibo e bevande. In territorio austriaco la linea tra Brennero e Innsbruck è attualmente interrotta e i convogli vengono fermati a Steinach. Sul convoglio internazionale proveniente da Venezia Santa Lucia e diretto a Monaco di Baviera (Muenchen Hbf) con arrivo previsto alle ore 20,25, viaggiavano due persone con sintomi del virus fatte scendere a Verona Porta Nuova. Il treno è arrivato al Brennero alle ore 19,09 con un ritardo di circa 80 minuti. Ad informare il personale delle ferrovie austriache OeBB sono state le Ferrovie dello Stato.
- di Chiara Piotto

Treno italiano fermato al Brennero

"Prendiamo molto seriamente gli sviluppi della situazione in Italia", ha affermato il ministro della Salute austriaco Rudolf Anschober, secondo quanto riporta il Kronen Zeitung, dopo lo stop al treno l'Eurocity 86 al Brennero, a causa di due passeggeri con la febbre. Il treno era in viaggio da Venezia verso Monaco e, secondo quanto confermato dal ministro dell'Interno austriaco Karl Nehammer (Oevp) "è stato fermato". Le Ferrovie italiane avevano informato la OEBB dei due passeggeri con possibili sintomi da coronavirus, scrive ancora il giornale, facendo scattare l'allarme.
- di Chiara Piotto

Medico contagiato a Milano è dermatologo

Il medico di Milano risultato positivo al test sarebbe un dermatologo del Policlinco, ricoverato da una settimana all'ospedale Sacco di Milano. 
- di Chiara Piotto

CNR: Nell'80% dei casi sintomi lievi

- di Chiara Piotto

Coronavirus: 2 casi sospetti, Austria blocca treno Brennero

Le autorità  austriache hanno bloccato al confine con il Brennero un treno proveniente dall'Italia perché a bordo vi erano due persone con febbre alta e il sospetto che possa trattarsi di nuovo coronavirus. "Un treno è stato fermato nel tratto da Venezia a Monaco al confine austriaco questa sera. Il motivo: le Ferrovie dello Stato italiane hanno informato l'Obb che sul treno ci sono 2 persone con sintomi di febbre. L'Obb ha quindi informato il centro di coordinamento del Ministero dell'Interni. Il capitano distrettuale responsabile del distretto di Innsbruck-Land è stato in grado di impedire l'ingresso in Austria con una rapida reazione. Il treno è ora alla stazione di confine del Brennero sul territorio italiano. L'ulteriore procedura è attualmente coordinata e verificata insieme alle autorità italiane", si legge in una nota del ministero dell'Interno austriaco.
- di Maurizio Odor

Coronavirus, positivo medico del Policlinico di Milano

Un dermatologo del Policlinico di Milano è risultato positivo al Coronavirus e si trova ora ricoverato all'ospedale Sacco. Si tratta del primo contagiato in città
 
- di Maurizio Odor

Coronavirus, due casi sospetti: bloccato treno al Brennero

Un treno proveniente dall'Italia è stato bloccato alla frontiera del Brennero dalle autorità austriache per due casi sospetti di coronavirus a bordo. Lo riferisce il portale austriaco Oe24 e altri media locali.
- di Maurizio Odor

Piemonte, chiusi fino sabato anche cinema e palestre

Scuole, università, ma anche musei, cinema e palestre resteranno chiusi in Piemonte fino a sabato 29 febbraio. E' quanto disposto dall'ordinanza firmata dal presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e dal ministro della Salute per fronteggiare l'emergenza Coronavirus. Saranno regolarmente aperti gli uffici pubblici, negozi e centri commerciali. Sospesi, invece, i viaggi di istruzione in Italia e all'estero. Cirio ha poi ricordato che "Rfi e Gtt effettueranno una disinfezione giornaliera sui treni regionali e sui mezzi del trasporto pubblico locale, oltre che nelle stazioni del territorio".
- di Maurizio Odor