Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

In Italia 204mila disabili vivono soli. Uno su 4 deve pagarsi i servizi

I titoli di Sky TG24 delle 18 del 3/12

3' di lettura

Pubblicato in occasione della Giornata delle persone con disabilità il rapporto Istat che fotografa il fenomeno. In Italia i disabili sono 3,1 milioni, il 5,2% della popolazione. Meno di uno su due ha una rete di relazioni su cui fare affidamento

Dei 3,1 milioni di disabili in Italia, 600mila vivono in situazioni di “grande isolamento” senza alcuna rete su cui poter contare in caso di bisogno, nonostante le limitazioni gravi di cui soffrono, e 204 mila vivono completamente soli. Lo certifica l’Istat nel suo rapporto “Conoscere il mondo della disabilità”, presentato all’interno di un incontro organizzato dal Comitato italiano paralimpico e dall’Inail alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione della Giornata delle persone con disabilità.

Gli anziani sono i più colpiti

Il fenomeno riguarda una fetta significativa della popolazione del nostro Paese: le persone con disabilità rappresentano il 5,2% degli italiani e sono 2,3 milioni le famiglie in cui vive almeno un disabile. Gli anziani sono i più colpiti: quasi un milione e mezzo di ultra 75enni sono in condizione di disabilità, dei quali 990mila sono donne. In media, un disabile su quattro (24,4%) non può fare a meno di servizi a pagamento. E meno di una persona con handicap su due (43,5%) dispone di una rete di relazioni umane su cui fare affidamento, un valore assai inferiore a quello relativo al resto della popolazione (74,4%).

Le difficoltà nella vita sociale

Tutto ciò si ripercuote negativamente sulla vita sociale di queste persone: solo il 9,3% dei disabili va spesso durante l’anno al cinema, al teatro, a un concerto o in un museo, contro il 30,8% della media italiana. Il dato è dovuto anche ai problemi di accessibilità di questi luoghi: solo il 37,5% dei musei italiani, pubblici e privati, è attrezzato per ricevere visitatori con limitazioni gravi. La conseguenza è che tre quarti di chi soffre di limitazioni gravi (il 77% se donne) passa più di tre ore al giorno davanti alla televisione mentre appena il 9,1% si dedica all’attività sportiva.

Più difficile trovare un lavoro

Altra criticità è l’occupazione: dei disabili tra i 16 e i 64 anni risulta occupato solo il 31,3%, il 26,7% tra le donne e il 36,3% tra gli uomini, contro una media italiana del 57,8%. I disabili in cerca di occupazione sono il 18,1%, soprattutto maschi, contro il 14,8% del resto della popolazione. Chi un lavoro ce l’ha - il 49,7% delle persone con disabilità - è impiegato prevalentemente nella pubblica amministrazione. La disabilità influisce negativamente anche sulle possibilità di carriera: il 54% dei disabili occupati sono operai o lavoratori in proprio (50,4% nel resto della popolazione), mentre il 46% è un dirigente, libero professionista o quadro (49,6% nel resto della popolazione). La quota dei soddisfatti per le mansioni svolte tra gli occupati con limitazioni gravi è del 65,4%, mentre nel resto della popolazione sale al 75,9%.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"