Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Volontario ghanese della Croce Rossa insultato perché nero: “Sporchi la divisa”

I titoli di sky tg24 delle 18 del 6/08/2019

2' di lettura

È successo a Loano, durante una sagra. L’uomo, rifugiato 25enne, si è sentito rivolgere l’insulto da “una ragazza giovane”: “Ho sorriso e lasciato che se ne andasse”, ha raccontato. Solidarietà dai colleghi e dal sindaco

"Tu sporchi la divisa che indossi". Questa è la frase che, lo scorso 3 agosto, si è sentito rivolgere un volontario della Croce Rossa di Loano (Savona). L’uomo, un rifugiato originario del Ghana di 25 anni, Umar Nuri, stava regalando gadget della Croce Rossa ad una sagra quando una ragazza l'ha insultato. "Per diventare volontario ha compiuto un percorso di oltre sei mesi che ha compreso corsi, esami e tirocinio”, spiegano dal comitato della Cri di Loano, denunciando l’accaduto. E aggiungono: “È un ragazzo lavoratore, che passa il suo tempo libero aiutando le persone e lo fa sempre con il sorriso. Quella frase non offende solo lui, ma tutti noi: sono attacchi dettati da odio e cattiveria".

“Era una ragazza. Le ho sorriso e lasciato che se ne andasse”

Nuri lavora per una famosa azienda di giardinaggio e la sera fa il volontario della Croce Rossa. Chi lo conosce, lo descrive così: "È di una bontà disarmante. Sempre gentile, sorridente. Il suo impegno è quello di aiutare gli altri". Ma l’altra sera “una ragazza giovane” – ricorda Nuri – gli ha rivolto quell’insulto. “Io che potevo dirle? ho sorriso e ho lasciato che se ne andasse. Che vuoi che dica, è normale. Lo dicono perché sono nero”, dice ora sorridendo. "Sono voluto entrare nella Croce Rossa perché loro mi hanno salvato la vita in mare. E io voglio fare qualcosa per loro. Io sono entrato per aiutare e per dire grazie che mi hanno salvato la vita", aggiunge. Nuri è scappato dal carcere in Libia dove è rimasto oltre un anno ed è arrivato in Italia con i barconi.

Solidarietà dal sindaco: “Frasi gravi e insensate”

Solidarietà al ragazzo è arrivata anche dal sindaco, Luigi Pignocca: "Frasi insensate e di una gravità assoluta. La storia di Umar Nuri rappresenta un perfetto esempio di integrazione e un modello di comportamento per tutti noi. Lo invito insieme ai suoi colleghi a venirmi a trovare in Comune, sarà un piacere ringraziarli per l'importante servizio che fanno", ha detto.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"