Furti e ritrovamenti dell'albero di Natale in Galleria Umberto a Napoli, i precedenti

4' di lettura

Nei confronti dell'abete si ripete quasi ogni anno una triste tradizione: non solo sottratto, ma anche oggetto di atti vandalici. In alcuni casi è stato anche abbattuto e una volta addirittura incendiato

Ormai è un copione che si ripete quasi ogni anno: rubato, abbattuto, una volta addirittura incendiato. Non c'è pace per l’albero di Natale installato in Galleria Umberto a Napoli, al quale residenti e turisti attaccano messaggi di buon auspicio e di richieste a Babbo Natale. I colpi sono iniziati già nel 1985, l’anno successivo al primo allestimento in Galleria, ma spesso gli alberi sono stati ritrovati com'è accaduto anche quest’anno. Il furto dell'albero di Natale ormai è diventata una consuetudine, quasi una sfida. Che riguarda anche gli abeti allestiti nei condomini, che vengono protetti anche con lucchetti e catene. Insomma oltre a palline, lampadine e puntali, per addobbarli occorre anche munirsi di un rudimentale “antifurto”. L'albero in Galleria Umberto spesso viene ritrovato nei vicini Quartieri Spagnoli, dove viene fatto a pezzi e utilizzato per la festa di Sant'Antonio Abate, quando c'è l'usanza di accendere i falò (i cosiddetti cippi di Sant'Antonio). E a compiere il furto la maggior parte delle volte sono baby gang.

Nel 2017 abbattuto

Nel 2017 l’albero in Galleria Umberto è durato poco più di 24 ore: allestito il 21 dicembre, all'alba del 22 dicembre l'albero già non c'era più. Qualcuno lo ha segato e lo ha portato via, facendo scomparire anche gli addobbi. I carabinieri lo hanno poi ritrovato: era a terra, in una stradina dei Quartieri Spagnoli, a ridosso di corso Vittorio Emanuele. L'albero viene ribattezzato “Sparicchio”, proprio a causa dei continui furti. Viene ripreso il soprannome "Spelacchio" rifilato all'abete in piazza Venezia a Roma. Nella notte tra il 26 e il 27 dicembre 2017 l’albero di Napoli è stato addirittura abbattuto. I Verdi hanno proposto in quell'occasione di recintare la Galleria Umberto.

2015, fermata la banda che tentava di portarlo via

Anche nel 2015 l’albero è stato oggetto di un tentativo di furto, ma ai giovanissimi che hanno cercato di portarsi a casa l’abete è andata male. La banda, composta da una decina di ragazzi, incappucciati probabilmente per non essere identificati dalle telecamere della sorveglianza, era entrata in azione all'una di notte. In meno di cinque minuti erano riusciti a spogliare l'albero delle luminarie e della stella per renderlo più leggero e poterlo tirare giù più facilmente. Quando il gruppetto stava per trascinarlo fuori dalla galleria, l'intervento di due militari in servizio nelle vicinanze ha messo in fuga i giovani. L'albero è stato rimesso al suo posto, ma in quell'occasione con una contromisura: è stato infatti assicurato a una fune di acciaio.

Anche nel 2013 ritrovato dopo poche ore

Nel 2013, come quest’anno, poche ore per rubarlo e altrettante per ritrovarlo. Dopo il furto, i carabinieri nel giro di poco tempo hanno perlustrato la zona circostante e hanno ritrovato l’albero vicino a vico Tofa, nei Quartieri Spagnoli. Il colpo è stato immortalato da un sistema di videosorveglianza e a metterlo a segno, poco prima della mezzanotte, era stata una banda di ragazzini composta da nove elementi. In questi furti i ragazzi si distinguono per la sicurezza e la rapidità delle movenze. Prima hanno liberato la cima dell'albero da un legaccio usato per ancorarlo (uno di loro si arrampica fino all'altezza di otto metri e ne taglia la punta) poi lo hanno spinto da un lato, facendolo dondolare, e dopo averlo accasciato a terra lo hanno trascinato via.

Nel 2010 rubato due volte

Nel 2010 sono stati ben due i furti: prima di Natale l'albero era stato rubato dalla Galleria e ritrovato dalla polizia municipale nelle vicinanze. Anche in questo caso era stato ritrovato in vico Tofa nella zona dei Quartieri Spagnoli, dopo che un gruppo di ragazzini, che lo aveva trascinato con le funi, lo ha abbandonato lì alla vista degli agenti della polizia municipale. Riportato in Galleria Umberto, l’albero dei desideri è stato rubato di nuovo l’8 gennaio.

Nel 1999 addirittura incendiato

E andando indietro nel tempo i precedenti non si contano. Nel 2002 l'albero venne rubato e ritrovato qualche giorno dopo sempre nei vicini Quartieri Spagnoli. Due tentativi di furto furono sventati nel 2000 e 2001. Ma l'albero ha subito anche atti vandalici: nel 2005 venne tagliato, e nel 1999 venne addirittura incendiato.

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"