Il Papa ai giovani del Circo Massimo: "Non lasciatevi rubare i sogni"

3' di lettura

Il Pontefice ha incontrato oltre 70mila ragazzi, arrivati nella Capitale da tutta Italia, nel corso della due giorni "Per mille strade, verso Roma". Francesco li ha esortati a non aver paura di rischiare per i loro obiettivi: “La vita non è una lotteria”. FOTO-VIDEO

"Sapete? I sogni dei giovani fanno un po' paura agli adulti. Forse perché hanno smesso di sognare e di rischiare, forse perché i vostri sogni mettono in crisi le loro scelte di vita. Ma voi non lasciatevi rubare i vostri sogni". Così Papa Francesco, rispondendo alla domanda di due ragazzi, si è rivolto agli oltre 70mila giovani che per ore lo hanno aspettato al Circo Massimo, arrivati a decine di migliaia con 600 pullman da 195 diocesi di tutta Italia (sulle 226 totali) per i due giorni d'incontro con il Pontefice dal motto "Per mille strade, verso Roma", promossi oggi e domani dalla Cei in vista del Sinodo di ottobre. (FOTO)

“No alla paura, la vita non è una lotteria”

"Cercate maestri buoni capaci di aiutarvi a comprenderli (i sogni ndr) e a renderli concreti nella gradualità e nella serenità. Siate a vostra volta maestri buoni, maestri di speranza e di fiducia verso le nuove generazioni che vi incalzano", ha esortato il Papa. "Cari giovani, no alla paura. Siate pellegrini sulla strada dei vostri sogni - ha proseguito il Pontefice - Rischiate su quella strada, non abbiate paura. Rischiate perché sarete voi a trasformare in realtà i vostri sogni. La vita non è una lotteria in cui solo i fortunati possono realizzare i loro sogni". (VIDEO)

La traduzione “sbagliata del Padre Nostro”

Rispondendo alle domande dei giovani, Papa Francesco ha toccato nuovamente il tema della traduzione italiana “sbagliata” del Padre Nostro. "Nella preghiera del Padre Nostro (cfr Mt 6,13) c'è una richiesta: 'Non ci indurre in tentazione' - ha detto - Questa traduzione italiana recentemente è stata cambiata, perché poteva suonare equivoca". "Può Dio Padre 'indurci' in tentazione? Può ingannare i suoi figli? - ha chiesto il Papa - Certo che no. Infatti una traduzione più appropriata è: 'Non abbandonarci alla tentazione'. Trattienici dal fare il male, liberaci dai pensieri cattivi...". "A volte le parole, anche se parlano di Dio, tradiscono il suo messaggio d'amore. A volte siamo noi a tradire il Vangelo", ha concluso il Pontefice.

L’arrivo di Papa Francesco e il bastone pastorale

Acclamato a gran voce dagli oltre 70mila giovani presenti al Circo Massimo, Papa Francesco al suo arrivo ha percorso tutta l'area sulla Papamobile aperta, salutando e benedicendo la folla di ragazzi e ragazze sui due lati del suo tragitto, tra uno sventolio di bandiere, fazzoletti e cappellini colorati. Al Pontefice è stato donato dai giovani un bastone pastorale scolpito in legno, e durante il saluto a nome di tutti i ragazzi e le ragazze presenti una di loro ha detto: "Come sarebbe bello questo bastone pastorale l'accompagnasse durante il Sinodo dei Giovani!". Dopo l’incontro con Papa Francesco, la serata proseguirà poi con una serata di festa, musica e testimonianze e i ragazzi si sposteranno poi dal Circo Massimo a piazza San Pietro, sostando in varie chiese di Roma per la Notte Bianca, durante la quale parteciperanno a diversi appuntamenti di spiritualità, di arte e cultura, di spettacolo e animazione.

Le misure di sicurezza

Tra oggi e domani saranno circa 150 i vigili impegnati nell'area del Circo Massimo, sia sul fronte della viabilità sia su quello dell'anti-abusivismo e per far rispettare il divieto imposto nella zona del di vendita e trasporto di bevande in vetro.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"