Meteo, allerta caldo in 11 città. Ma nel weekend arrivano le piogge

L'ondata di calore che ha investito l'Italia potrebbe proseguire fino al prossimo weekend (foto: archivio Ansa)
2' di lettura

Il massimo livello di rischio è atteso da Roma a Trieste. La situazione dovrebbe migliorare nel corso del prossimo fine settimana, con il passaggio della coda di una perturbazione atlantica. LE PREVISIONI

Sale in Italia l'allerta caldo e aumentano i centri urbani da "bollino rosso", il massimo livello di rischio previsto per tutta la popolazione. L'ondata di calore che ha investito il nostro Paese nelle ultime settimane dovrebbe proseguire fino al prossimo weekend, con temperature anche superiori ai 35 gradi al Centro Sud. Fra le città più roventi da segnalare Roma e, nella giornata del 9 agosto, Torino. 

Le città da bollino rosso

Sono undici i centri urbani più caldi, al momento: Roma, Bologna, Bolzano, Brescia, Firenze, Genova, Milano, Perugia, Trieste, Venezia e Verona. A questi si aggiungeà Torino il 9 agosto. Nei prossimi giorni il caldo risulterà più intenso soprattutto al Centro Sud, dove le temperature potrebbero superare anche i 35 gradi e il caldo intenso proseguire fino a Ferragosto. La percezione di calore è ulteriormente aumentata dalla persistenza del caldo afoso anche durante la notte, in particolare in Val Padana e nelle località di mare, dove il termometro all'alba difficilmente scenderà sotto i 23-25 gradi.

Rischio temporali

La situazione dovrebbe migliorare nel corso del prossimo fine settimana, con una lieve attenuazione della calura e dell'afa, dovuta al passaggio della coda di una perturbazione atlantica seguita da aria leggermente più temperata. Il refrigerio potrà arrivare grazie a temporali o episodi di instabilità atmosferica. Maggiormente a rischio pioggia saranno le zone montuose della Penisola e, occasionalmente, anche le pianure del Nord, specialmente nella giornata di venerdì 10 agosto.

Non solo Italia

L'Italia non è l'unico Paese a patire il caldo in questo periodo. Anche in Giappone, ad esempio, oltre 70mila persone sono state ricoverate per sintomi associati a colpi di calore negli ultimi tre mesi e sono state 138 le vittime accertate per il caldo tra il 30 aprile e il 5 agosto. A Parigi, dove le massime hanno toccato anche i 39 gradi, si registra una penuria di ventilatori. Molti negozi di elettrodomestici, scrive Le Figaro, sono già stati 'svaligiati' la settimana scorsa e segnano il tutto esaurito. Per fornire un po' di refrigerio alla popolazione, i parchi pubblici sono rimasti aperti di notte.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"