Barletta, anziano ucciso in casa a coltellate: arrestato il figlio

I sospetti dei carabinieri sono subito ricaduti sul figlio della vittima (Fotogramma)
2' di lettura

I sospetti dei carabinieri, allertati dal genero dell'84enne ucciso, si sono subito concentrati sul figlio di 45 anni. Il presunto killer è affetto da gravi disturbi psichici

Ucciso brutalmente a coltellate nella propria casa. È stata questa la fine di un uomo di 84 anni residente a Barletta. Per l'omicidio è stato arrestato il figlio di 45 anni, affetto da gravi problemi psichici.

L'allarme del genero

La tragedia è avvenuta questa mattina nella casa che l'anziano condivideva con il figlio. Ad allertare i carabinieri, giunti sul posto pochi minuti dopo le 11.30, sarebbe stato il genero della vittima, preoccupato perché non riusciva a mettersi in contatto con il suocero né con sua moglie, la figlia dell'anziano ucciso. Fino a quando non ha parlato con il cognato, presunto assassino, le cui parole al telefono lo hanno allarmato.

L'intervento dei carabinieri

Sul luogo sono intervenuti operatori del 118, che hanno constatato il decesso dell'uomo, e i carabinieri, coordinati dal pm di turno del Tribunale di Trani. Quando i carabinieri sono arrivati, il 45enne, con gli abiti sporchi di sangue, stava andando via da casa. I sospetti sono subito ricaduti su di lui e i militari lo hanno prima bloccato e poi portato in caserma.

Problemi psichici

Durante l'interrogatorio, l'indiziato ha ricostruito quanto accaduto. Secondo gli investigatori sarebbe stato proprio lui ad accoltellare il padre, un delitto maturato al termine dell'ennesima lite con il genitore. Il presunto assassino è affetto da un grave disturbo psichiatrico, tanto che in passato è stato seguito e curato da medici e specialisti.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"