Ronaldo alla Juve, Allegri: "Salto di qualità per tutti"

4' di lettura

L’allenatore dei bianconeri ha parlato del nuovo acquisto a margine di un evento al Parlamento Ue: "Non l’ho sentito al telefono, lo vedrò lunedì. So che è molto contento, è un grande professionista". Poi avvisa: "Giocherà come ha sempre fatto: cercando di fare gol"

È stato etichettato come l’acquisto del secolo e, il giorno dopo l’annuncio ufficiale del passaggio di Cristiano Ronaldo dal Real Madrid alla Juventus per 112 milioni di euro, arrivano anche le prime parole di quello che sarà il suo nuovo allenatore, Massimiliano Allegri: "Cristiano Ronaldo credo sia un acquisto importantissimo e un salto di qualità da parte di tutti, della società e di tutto l'ambiente. Quando inizieremo il 30 e arriveranno tutti, avremo un'annata davanti a noi importante come tutte le altre dove ci sarà da centrare gli obiettivi". "Per me tutti gli anni comincia un nuovo ciclo perché la Juventus negli ultimi quattro anni è cambiata molto. Quest'anno ha fatto un mercato importante", ha detto il tecnico livornese a margine di un evento al Parlamento Ue.

Come giocherà? Come sempre: cercando di segnare

Massimiliano Allegri ha poi smentito di aver già parlato con il nuovo asso dei campioni d’Italia in carica: "Non ho assolutamente sentito al telefono" Cristiano Ronaldo, "lunedì credo ci sarà la conferenza stampa, quindi lo vedrò lunedì. So che è molto contento, è un grande professionista e un valore importante per una squadra che ha già fatto grandissime cose". Il livornese non risparmia elogi alla sua società e avvisi su come giocherà il fuoriclasse di Madeira: "Credo che la società e il presidente abbiano fatto una cosa straordinaria per la Juve, ma soprattutto per il calcio italiano. Come giocherà? Come ha sempre fatto: cercando di fare gol". Infine Allegri parla degli obiettivi stagionali dopo l’arrivo di Ronaldo: "L'obiettivo di vincere la Champions League c'è sempre stato, e sicuramente l'acquisto di Ronaldo ci dà ancora più consapevolezza per raggiungerlo. Ma questo, insieme al campionato, alla Coppa Italia e alla Supercoppa italiana sono quattro obiettivi per cui la Juventus ha sempre giocato", ha aggiunto.

L’acquisto del secolo

La notizia era nell’aria da giorni ma l’annuncio ufficiale è arrivato ieri, 10 luglio: prima la lettera d’addio di CR7 ai suoi tifosi, poi il comunicato ufficiale del Real Madrid, infine quello della Juventus. Cristiano Ronaldo, cinque volte Pallone d’oro, vincitore di cinque Champions League in carriera e massimo goleador nella storia del club spagnolo, è un calciatore della Juventus. Un colpo da 112 milioni di euro più i 30 di ingaggio che la società bianconera garantirà al 33enne portoghese per i prossimi quattro anni. (GLI ACQUISTI PIÙ CARI DELLA STORIA DEL CALCIOMERCATO). L'Usb - Unione sindacale di base - ha proclamato uno sciopero allo stabilimento Fiat Chrysler (Fca) di Melfi, dalle ore 22.00 di domenica 15 luglio fino alle ore 6.00 di martedì 17 luglio per ragioni di "iniquità" legate all'acquisto di Cristiano Ronaldo da parte della Juventus. "E' inaccettabile che mentre ai lavoratori di Fca e Cnhi l'azienda continui a chiedere da anni enormi sacrifici a livello economico - si legge in un comunicato sindacale - la stessa decida di spendere centinaia di milioni di euro per l'acquisto di un calciatore". 

Perché Ronaldo fa bene all'Italia

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"