Anziani maltrattati, chiesti 4 rinvii a giudizio nel Forlivese

Foto: Archivio Getty
1' di lettura

Chiusa l’inchiesta sull'Opera San Camillo. Secondo quanto ricostruito, i pazienti venivano legati a letti, termosifoni, tavoli e carrozzine. Tra le persone coinvolte anche un sacerdote ex direttore della struttura socio-assistenziale

La Procura di Forlì ha chiuso l'inchiesta sui presunti maltrattamenti avvenuti nei confronti di alcuni anziani all’interno dell'Opera San Camillo, una struttura socio-assistenziale di Predappio, nel Forlivese. Secondo quanto riporta la stampa locale, è stato chiesto il rinvio a giudizio per l'ex direttore - un sacerdote che a fine settembre ha ricevuto anche una misura interdittiva - e per altre tre persone. In base a quanto ricostruito della squadra mobile della Polizia che ha seguito le indagini, i pazienti venivano legati a letti, termosifoni, tavoli, carrozzine. Pratiche, queste, che sono state documentate con immagini riprese da telecamere. L'udienza preliminare è fissata il 22 novembre.

L'inizio delle indagini

La denuncia che ha fatto partire le indagini e che ha portato all’arresto del sacerdote e di una sua collaboratrice lo scorso anno, sarebbe partita da un dipendente, all’inizio del 2017. In un discorso registrato dagli investigatori, il dipendente avrebbe detto al suo superiore, durante un colloquio: "Queste cose non si fanno". "Ma se tu dovessi sorvegliarne 15 alla volta cosa faresti?" avrebbe risposto il direttore.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"