Napoli: il pm chiede 7 arresti, il gip ne ordina 10 per errore

Napoli, Palazzo di giustizia (foto d'archivio: GettyImages)
1' di lettura

È accaduto nell'ambito di un processo contro i cosiddetti "furbetti del cartellino" nel comune di Pozzuoli. Il gip avrebbe emesso misure cautelari anche per tre indagati per cui la procura non aveva chiesto alcun provvedimento restrittivo

Il pubblico ministero chiede gli arresti domiciliari per sette persone, il gip per errore ne ordina dieci. È accaduto a Napoli nell'ambito di un processo contro i cosiddetti "furbetti del cartellino" nel comune di Pozzuoli.

L’errore

Tre gli indagati finiti agli arresti domiciliari per un errore del gip, che a fronte della richiesta da parte del pm di sette misure cautelari, ne ha emesse dieci includendo nel provvedimento anche persone per cui la Procura non aveva avanzato alcuna richiesta di provvedimento restrittivo. All'errore del giudice è stato posto riparo in tempi abbastanza stretti: appena è stata riscontrata l'anomalia, il magistrato di turno ha provveduto a revocare la misura cautelare e i tre indagati sono stati rimessi in libertà in mezza giornata. La vicenda, come riporta Ansa, si è appresa da diverse fonti a Palazzo di Giustizia.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"