Follonica, il 29enne fermato confessa: "Sono stato io"

Il luogo della sparatoria a Follonica e i soccorsi (foto: LaPresse)
2' di lettura

Raffaele Papa nel pomeriggio di ieri ha sparato a due fratelli, uccidendone uno e ferendo l'altro. Ferita anche una donna che passava di lì per caso. La confessione è arrivata davanti al pm Giampaolo Melchionna dopo 24 ore di silenzio

"Sono stato io". Dopo 24 ore di silenzio, ha confessato Raffaele Papa, 29 anni, che nella serata di ieri, 13 aprile, è stato fermato per aver sparato con una pistola a due fratelli, uccidendone uno e ferendo l'altro. Ferita gravemente anche una donna che passava in quel momento in via Matteotti a Follonica, in provincia di Grosseto. La vittima è Salvatore De Simone, 42 anni, titolare dell’Hotel Stella. Feriti il fratello Massimiliano, che ha cercato di disarmare l’aggressore, e la farmacista Paola Martinozzi.

La confessione

Da quando i carabinieri lo hanno fermato, circa due ore dopo la sparatoria, Raffaele Papa non ha detto una parola. Ha poi deciso di confessare ma non ha aggiunto altri particolari: "Non me li ricordo", avrebbe detto al pm Giampaolo Melchionna. Sembra che tra l’omicida e i titolari dell’hotel ci fossero da tempi violenti litigi. La sparatoria al termine dell’ennesima lite, forse per dell’acqua caduta dal balcone dell’albergo davanti al negozio di alimentari di cui il 29enne è titolare.

Leggi tutto
Prossimo articolo