Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Sicilia, dopo arresto neo-deputato De Luca assolto in altro processo

2' di lettura

Il politico finito ai domiciliari per evasione fiscale poco dopo essere stato eletto all’Ars, era imputato per tentata concussione, abuso d'ufficio e falso in un procedimento a Messina. I giudici: il fatto non sussiste. Lui esulta: “Continuo denuncia verminaio"

Il neo-deputato regionale siciliano dell’Udc Cateno De Luca, arrestato per evasione fiscale poco dopo essere stato eletto all’Ars, è stato assolto dal tribunale di Messina in un processo nel quale era imputato per un presunto tentativo di concussione, abuso d'ufficio e falso in atto pubblico. De Luca è stato assolto perché secondo i giudici “il fatto non sussiste”. 

La sentenza

Alla lettura della sentenza c'è stato un boato di gioia da parte di circa 150 persone, che stavano dentro e fuori l'aula del tribunale di Messina. Il procedimento per cui era sotto processo De Luca era cominciato per presunti reati commessi tra il 2004 e il 2010 all'interno di un programma di opere di riqualificazione urbanistica e incentivazione dell'occupazione a Fiumedinisi (Me), Comune di cui era sindaco. De Luca venne anche arrestato nel giugno 2011 per la vicenda di presunte speculazioni edilizie. Secondo le accuse l'ex sindaco avrebbe stravolto il programma per favorire imprese edilizie della sua famiglia.

Le reazioni di De Luca

''Ora vado alla Regione anche contro Salvini che su di me ha dato dei giudizi falsi'', ha detto dopo l’assoluzione Cateno De Luca. "In questo tribunale ci sono giudici onesti e altri meno. Ho sempre denunciato il verminaio e continuerò a farlo”. Dopo la lettura della sentenza è stato portato via dai carabinieri per tornare nell'abitazione dove è agli arresti.

L’arresto per evasione fiscale

Attualmente il neo eletto Udc al Parlamento regionale si trova infatti ai domiciliari. De Luca, a poche ore dall’elezione all’Assemblea regionale siciliana, è stato arrestato per una presunta evasione fiscale da 1,7 milioni di euro. L’11 novembre, in mattinata, è previsto l’interrogatorio.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"