Mafia Capitale, Procura dice no a richiesta patteggiamento di Buzzi

1' di lettura

I pm di Roma hanno bocciato la richiesta di Salvatore Buzzi di patteggiare una pena di 3 anni e 9 mesi. Si tratta del secondo respingimento per l'ex presidente della cooperativa '29 giugno', in carcere dallo scorso dicembre. Il processo, con rito abbreviato, si terrà il 5 novembre

La Procura di Roma ha detto no per la seconda volta alla richiesta di patteggiamento di Salvatore Buzzi. Il 3 settembre i legali dell'uomo, ritenuto la figura chiave dell'inchiesta su Mafia Capitale, avevano chiesto di patteggiare una pena di 3 anni e 9 mesi. Già nel giugno scorso Buzzi aveva sottoposto ai pm di piazzale Clodio una prima richiesta per un pena di 3 anni e 6 mesi ma anche in quel caso i magistrati avevano respinto l'istanza.

 

Il processo il 5 novembre - Il parere negativo è stato espresso dai pm Paolo Ielo, Luca Tescaroli e Giuseppe Cascini, titolari dell'indagine coordinata dall'aggiunto Michele Prestipino. L'ex presidente della cooperativa '29 Giugno', in carcere dallo scorso dicembre, rimane dunque in attesa di essere processato (con rito abbreviato) il 5 novembre prossimo assieme a 58 imputati nell'ambito dell'inchiesta che lo vede coinvolto per una serie di reati con l'aggravante di aver agito con sistema mafioso nell'associazione guidata, secondo chi indaga, da Massimo Carminati.

Leggi tutto
Prossimo articolo