COVID: il punto in Calabria

Calabria
23c168203c24460333c439488590db15

Calabria, calano tamponi e positivi. Altro comune in zona rossa

(ANSA) - CATANZARO, 26 APR - In calo, come tutti i lunedì, i positivi al Covid in Calabria per effetto di un numero ridotto di tamponi fatti, solo 2.068. I contagiati sono 185, con un rapporto tamponi-positivi che si attesta all'8,94%. Quasi tutti i contagi, oggi, sono in provincia di Reggio Calabria (142), mentre nel cosentino sono 11, nel catanzarese 16, nel vibonese 1 e zero a Crotone. Tra i positivi figurano anche 15 migranti che fanno parte del gruppo sbarcato ieri a Roccella Ionica. Le vittime, nelle ultime 24 ore, sono tre con i decessi da inizio pandemia che arrivano a 987. Ancora in rialzo i ricoverati in area medica con 11 nuovi ingressi (482), che portano il tasso di occupazione dei posti letto al 50% (+1). Stabili a 46 quelli in terapia intensiva con un tasso di occupazione del 29%.
    Per effetto della diffusione del virus, che non sembra accennare a invertire la tendenza, è finito in zona rossa un altro comune, Rocca Imperiale, nel cosentino. L'ordinanza, firmata dal presidente ff della Regione Nino Spirlì, entra in vigore dalle ore 5 del 27 aprile a tutto il 10 maggio 2021.
    Contestualmente Spirlì ha prorogato la zona rossa a Cutro (Crotone), Acri e San Giovanni in Fiore (Cosenza) "per ulteriori 7 giorni, senza soluzione di continuità e fino a tutto il 3 maggio 2021". Nei quattro comuni "sono limitate a non più del 50% della popolazione studentesca, le attività scolastiche e didattiche, in presenza, della scuola secondaria di secondo grado".
    Sul fronte vaccinazioni, intanto, Spirlì si è detto certo che la Calabria arriverà a più di 15 mila vaccinazioni al giorno.
    "Le nostre previsioni ci dicono che, da qui al prossimo 5 maggio, arriveremo a più di 15mila vaccinazioni anti-Covid al giorno" ha affermato. "Grazie alla piattaforma per le prenotazioni - ha aggiunto - abbiamo le previsioni minime sulle somministrazioni, provincia per provincia. Alla luce della nostra attuale potenza di fuoco, credo dunque che la richiesta di indire ulteriori 'Vax day' sia quasi superflua". Vax day che nella due giorni di sabato e domenica ha portato alla somministrazione di 34.500 persone. Quindi ha riferito che la vaccinazione degli over 80 ha raggiunto il 63%. (ANSA).
   

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24