Sicurezza lavoro: denunciati due imprenditori nel reggino

Calabria
e06a4aa0d575c21d76b0c4af24287b46

Dipendenti sprovvisti delle visite mediche obbligatorie

(ANSA) - SAN FERDINANDO, 12 DIC - Due titolari di aziende agricole denunciati a San Ferdinando e sanzioni per circa 8mila euro. È il risultato dell'intervento dei carabinieri insieme ai militari del Nucleo ispettorato del lavoro di Reggio Calabria per la lotta al fenomeno del caporalato. In particolare, gli uomini dell'Arma hanno controllato un'impresa agricola a Rosarno e riscontrato la presenza di tre braccianti. Uno di questi, di origine africana, lavorava completamente "in nero" mentre un altro era privo della prescritta visita medica.
    Dalle verifiche in una seconda azienda, con sede legale in Sicilia ma di fatto operante nel territorio della Piana, i carabinieri hanno identificato, otto braccianti agricoli: due di origine africana e sei italiani. Quattro di loro erano sprovvisti delle visite mediche obbligatorie. Per questo motivo, i titolari delle due aziende sono stati denunciati alla Procura di Palmi. L'accusa, per entrambi, è di violazioni in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro. Ai due è stata contestata una sanzione amministrativa di 3mila e 600 euro. (ANSA).
   

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.