Piano di agricoltura sociale per salvare oliveti Surigheddu

Sardegna
cagliari

Filiera Olivicola Sardegna, progetto per compendio Alghero

Un progetto pilota per il recupero degli oliveti abbandonati nel compendio agricolo di Surigheddu e Mamuntanas, alle porte di Alghero, di proprietà della Regione Sardegna. È l'idea, supportata dall'ipotesi di investimenti per 480mila euro e di 20 assunzioni, avanzata a Sassari dal presidente di Filiera Olivicola Sardegna, Tore Piana. "La nostra innovativa proposta di agricoltura sociale metterebbe fine a trent'anni di abbandono di oltre 55 ettari di oliveti di proprietà regionale", spiega Piana, per il quale quello delineato oggi è "l'unico progetto di agricoltura sociale nel comparto olivicolo".

 Il progetto prevede il censimento e il recupero degli oliveti abbandonati, l'incoraggiamento dell'occupazione di categorie svantaggiate dal mercato del lavoro, come giovani e donne, e la creazione di una rete sociale per la sostenibilità della produzione, promozione e commercializzazione dei nuovi prodotti. "Quegli oliveti hanno caratteristiche storiche e paesaggistiche uniche - spiega Piana - puntando su quelli ad alto valore ambientale e ad alta potenzialità produttiva si potrà strutturare un programma per coinvolgere determinate categorie in attività di formazione e assistenza tecnica che porti alla creazione di nuovi imprenditori".

 Il ricupero degli oliveti abbandonati e la costruzione di un modello di gestione e organizzazione innovativo, economicamente sostenibile ed efficiente del patrimonio olivicolo dovrà coinvolgere le cooperative e le aziende locali. "Si deve puntare all'aumento della produzione di olio extra vergine d'oliva Dop Sardegna - afferma il presidente - per salvaguardare, recuperare e incrementare la ricchezza e l'attrattività del paesaggio rurale".

Cagliari: I più letti