Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

La luna abita sopra "Sa Manifattura"

1' di lettura

Installazione di Luke Jerram illumina nuova idea dello spazio

Una luna piena sospesa sul cielo de "Sa Manifattura" a Cagliari. E' "Museum of the Moon", immensa scultura-installazione itinerante ideata dall'artista britannico Luke Jerram, un'opera che sta affascinando visitatori in tante città del mondo. Espressione di arte pubblica, stavolta graviterà sopra la corte interna dello storico edificio a illuminare il progetto "Sa Manifest": nove giorni di spettacoli, laboratori e incontri che inaugurano dal 20 al 28 settembre la nuova idea di gestione dell'edificio al centro della città da parte di Sardegna Ricerche.

"Tre le parole chiave: arte, ricerca scientifica e comunità, con Cagliari che si apre alla comunità, al mondo e diventa territorio di idee e sperimentazione", spiega Linda di Pietro, imprenditrice culturale che ha ideato il progetto con numerosi partner. L'opera, dal forte impatto visivo e suggestivo, accompagnerà le celebrazioni per i 50 anni dell'allunaggio. "Sa Manifest" accoglierà anche i designer di Luna Rossa, la nuova barca pronta per la sfida della Coppa d'America, arrivata a Cagliari nelle scorse settimane e ora nell'hangar del molo Ichnusa di Cagliari in attesa del varo imminente. Tra gli ospiti, poi, Patrizia Caroveo, astrofisica di fama mondiale e Arturo Vittori, architetto e designer industriale. Protagonista anche il Teatro Lirico con l'evento "Una notte all'Opera".

Se i "Ricercatori alla spina" offriranno da dietro il bancone pillole di fisica e astrofisica assieme alle birre, i bambini potranno fare per una notte di sogni d'oro sotto la luce della luna piena. Per tutti occasione di un incontro ravvicinato. Allestita dalle 19 del 20 settembre a pochi metri da terra, la luna di Luke Jerome potrà essere ammirata in tutto il suo incanto per creare la fantastica illusione di poterla sfiorare con un dito e scoprire la sua parte nascosta, il suo misterioso lato sempre in ombra. Il diametro è di sette metri: ogni centimetro della sfera corrisponde a cinque chilometri di superficie. Riproduce la crosta lunare, con crateri, colate laviche e catene montuose grazie all'utilizzo di immagini reali in alta risoluzione realizzate direttamente dai laboratori della Nasa. L'installazione sarà accompagnata da una partitura sonora scritta dal sound designer Dan Jones.

NOVE GIORNI DI CONTAMINAZIONE CON "SA MANIFEST" - L'incontro con i designer di Luna Rossa e le loro avveniristiche 'barche volanti' e le 'pillole' di fisica e astrofisica, cosmologia e innovazione tecnologica servite insieme alla birra dai Ricercatori alla Spina. Una notte alla luce della luna per i più piccoli e per gli adulti le danze senza suono di un "Silent Party". Questo e tanto altro è "Sa ManiFest", nove giornate dal 20 al 28 settembre ricche di eventi a Sa Manifattura, per ripensare un luogo antico e nuovo della città, come hub di innovazione multidisciplinare dedicato all'interazione tra le arti e le avanguardie della ricerca scientifica e tecnologica.

Tutto sotto l'immensa luna dell'installazione di Luke Jerram, dal titolo emblematico "Museum of The Moon". Un fitto carnet di spettacoli e laboratori a tema: da "Urania" di Sardegna Teatro alle "Storie da Vinci" de Is Mascareddas, al radiodramma "L'uomo è sulla luna", ai workshop e percorsi esperienziali proposti da Fablab e Crs4-EjaFactory, con un playful space per ragazzi e adolescenti e l'installazione "Dieci Passi" firmata Ied per una passeggiata senza forza di gravità. Tra i protagonisti l'astrofisica di fama mondiale Patrizia Caraveo, autrice di "Conquistati dalla luna", e l'artista architetto Arturo Vittori, cofondatore di Architecture and Vision, che firma progetti come il MarsCruiserOne.

I suoni dello spazio abitano Sa Manifattura con i concerti e le performances musicali a cura del Teatro Lirico di Cagliari, del Conservatorio, di TiConZero, Ideas e Studium Canticum. E ancora: un summit tra arte e scienza con Claudia D'Alonzo, Salvatore Iaconesi, Oriana Persico, Luca Pozzi, il None Collective e il Quiet Ensemble, accanto a curatori di programmi internazionali come Julie Chenot, Michael Mondria, e Sally De Kunst, in collaborazione con Università e Crs4, Porto Conte Ricerche e Imc per esplorare nuove contaminazioni e intersezioni tra mondi apparentemente lontani. E, nel centro situato in una della street food cagliaritane, uno spazio sarà dedicato alla "G'Astronomia".

Data ultima modifica 18 settembre 2019 ore 16:22

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"