Prix Italia: Rai Sardegna candidata

Sardegna
cagliari

A cura di Stefania Martis, è unico italiano per "Radiodramma"

C'è anche una produzione di Rai Sardegna in corsa per il Prix Italia. E' "Giaime Pintor, una giovinezza pallida e furente". Il programma, a cura di Stefania Martis, è candidato al concorso internazionale per programmi di qualità della radio, tv e del web, organizzato dalla Rai, che si terrà a Roma dal 23 al 28 settembre, giunto alla 71/o edizione. Scritto da Carlo Rafele, è l'unico programma italiano nella sezione "Radiodramma" e rappresenta la Rai nella finale della competizione.

Ricostruisce la vita dell'intellettuale antifascista di cui quest'anno ricorrono i 100 anni dalla nascita, ucciso da una mina a soli 24 anni nel tentativo di raggiungere un gruppo partigiano. Non nasconde la sua soddisfazione il direttore della sede regionale Rai, Giovanni Maria Dettori. "A prescindere dalla vittoria finale o meno si tratta di un grande risultato - commenta - che premia l'impegno del servizio pubblico nella cultura".

"Omaggio ai radiodrammi del passato", come sottolinea Stefania Martis, è stato realizzato con attori e musicisti sardi negli studi della Rai di Cagliari e sfiderà programmi provenienti da Francia, Germania, Regno Unito, Giappone, Austria, Serbia, Svezia e Canada. Il ruolo di Pintor è stato affidato a Michele Vargiu. Tra gli interpreti anche Cesare Saliu, Eleonora Giua, Marco Spiga, Raffaele Chessa, Antonella Puddu. Le musiche originali sono di Stefano Tore, tecnico del suono Alessandro Grasso. Il Prix Italia ha visto in passato la partecipazione di autori del calibro di Italo Calvino, Bertold Brecht, Eduardo De Filippo, Samuel Beckett e Harold Pinter.
 
   

Cagliari: I più letti