Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Sanità: fino a cinque Asl nella riforma

@ANSA
1' di lettura

Solinas illustra in Giunta la prima bozza

Un'azienda regionale della Salute (Ares) e poi fino a cinque aziende sociosanitarie locali (Asl). In più, l'azienda di rilievo nazionale e alta specializzazione "Brotzu" (Arnas), le aziende miste ospedaliero universitarie di Cagliari e Sassari (Amou), e l'Areus (emergenza urgenza). Sarà organizzata così la governance nella riforma della sanità che il presidente della Regione Christian Solinas ha illustrati in Giunta. Il disegno di legge conferma l'obiettivo dichiarato più volte dalla maggioranza di centrodestra: azzerare l'Azienda unica istituita dalla Giunta Pigliaru e ripristinare le vecchie Asl, che dovrebbero comprendere anche quella della Gallura.

L'Ats sarà sostituita dall'Ares che avrà la responsabilità della gestione sanitaria accentrata per quanto riguarda gli acquisti e la gestione del personale. Sulle Asl, il testo stabilisce i criteri minimi per farle nascere: omogeneità territoriale, condizioni geomorfologiche, orografiche e della rete viaria; la presenza di almeno tre presidi ospedalieri nella circoscrizione territoriale. I direttori generali, come quello dell'Ares, saranno scelti dal presidente della Giunta tra un elenco regionale di idonei e resteranno in carica dai tre ai cinque anni.

E' intenzione di Solinas, infatti, costituire un albo regionale, dato che la Sardegna paga da sé le spese della sanità. Altra novità: viene introdotto il Nue, numero unico di emergenza. Basterà comporlo per essere indirizzati a un centro di pronto intervento. Nella bozza è anche previsto un piano di interventi straordinari che comprenderebbero persino la costruzione di un nuovo ospedale a Cagliari.

"Abbiamo avviato il percorso per la riforma del sistema sociosanitario della Sardegna - ha dichiarato all'ANSA l'assessore della Sanità Mario Nieddu - si tratta di un primo passo, di un impianto base, poi la riforma complessiva nascerà dopo gli stati generali della Salute che si terranno entro la fine dell'anno". Per il momento il disegno di legge servirà a "spacchettare Ats, la riorganizzazione della rete ospedaliera sarà successiva agli stati generali".

Data ultima modifica 30 agosto 2019 ore 12:07

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"