Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Viaggio tra i formaggi sardi di nicchia

@ANSA
1' di lettura

Caseifici e ristoranti protagonisti di "Cagliari, say Cheese!"

Un progetto integrato per promuovere il territorio attraverso il suo prodotto principe, il formaggio. E uno slogan chiave: diversificare per innovare. È "Cagliari, say Cheese!", dieci giornate, dall'11 al 20 maggio, per gustare nei ristoranti della città una selezione di formaggi del sud della Sardegna da soli o abbinati ai piatti. Sedici eccellenti e poco note tipologie, da Su zinnibiri a Brebiblu, Dolce Alba, Iaia, per citarne alcuni, saranno il biglietto da visita di ciascun territorio. Un viaggio attraverso tecnologici "menu parlanti" per conoscere nuove realtà produttive e scoprire come nascono queste prelibatezze dell'agroalimentare sardo.

Il progetto, allestito dal Centro servizi promozionali per le imprese (Csi), l'Azienda speciale della Camera di Commercio di Cagliari, coinvolge 16 ristoranti e 16 aziende. Medi e piccoli caseifici di alto profilo professionale che gestiscono filiere corte, 100% sarde. Agli chef spetta il compito di valorizzare sulla tavola, dall'antipasto alla frutta, i loro formaggi. Ognuno propone attraverso menù dedicati e carrelli di formaggi, per lo più di nicchia, con ricetta originale, abbinandoli ad arte per ottenere piatti sfiziosi, in un equilibrato mix di gusti. Dai formaggi più freschi e delicati a quelli dal sapore più deciso, o acidulo, o con sentori di mandorla o di macchia mediterranea. Tutta una gamma di stagionati, semi stagionati, erborinati, a pasta molle, cotta, a latte crudo o pastorizzato, arricchiti, ovini, caprini, vaccini o a latte misto.

Dal pecorino, principe sulle tavole sarde, ai nuovi arrivati nel panorama dei latticini sardi è un trionfo di sapori. E tutto racconta i territori ma anche l'arte e l'ingegno di pastori e casari, portatori di una lunga tradizione ma prontissimi all'innovazione. "Cagliari say Cheese è un piccolo esempio di economia integrata, dalla produzione al consumo. Un buon esempio di cosa le Camere di Commercio possano fare per il turismo, senza voler intaccare il ruolo di dominus della Regione", spiega Maurizio De Pascale, presidente della Camera di Commercio di Cagliari, in occasione della presentazione dell'iniziativa.

Il profilo di ciascun formaggio sarà accessibile attraverso la lettura di un QR code. Una sorta di "menù parlante": basta un telefono cellulare o un tablet per avere tutte le informazioni legate al formaggio, da chi lo produce al territorio di provenienza. "Il progetto è un modo innovativo per promuovere il territorio in prossimità dell'apertura della stagione turistica - ribadisce Cristiano Erriu, direttore del Centro servizi - I ristoranti sono tra le prime porte di accesso per turisti e consumatori".

"Cagliari, say Cheese!" continua poi a vivere in un ricettario che raccoglierà i piatti proposti durante la 10 giorni, con l'abbinamento dei vini locali. L'obiettivo è incentivare il consumo dei formaggi e tenere viva la curiosità sui luoghi in cui vengono prodotti. "Lo scopo - sottolinea Efisio Perra, vice presidente del Centro servizi - è esaltare i frutti della biodiversità e valorizzare le produzioni diversificate, creando opportunità di mercato che diano soddisfazione alle aziende coinvolte".

RISTORANTI E CASEIFICI COINVOLTI - Sono sedici i ristoranti coinvolti in "Cagliari, say Cheese!", il progetto integrato allestito dal Centro servizi promozionali per le imprese, l'Azienda speciale della Camera di Commercio del capoluogo. Si tratta di: Babeuf; Chiaroscuro; Cucina.eat; Circolo dei buoni e dei cattivi; Josto; Impasto; I Sarti del Gusto; Luchia; Mamamanà; Muzak; Osteria Paradiso; Overlook Wine and beer; Pbread Natural Bakery; Pani e Casu; Viceversa; Vitanova-Cucina e dolci.

Questi invece i caseifici e le loro produzioni: Su Zinnibiri-Caseificio Garau; Mandas Spadula-Caseificio Pinna; Gonnosfanadiga Cirsium-Azienda Agricola Biologica Floris; Siliqua L'Aigos-Armentizia Moderna; Guspini Brebiblù-Argiolas Formaggi; Dolianova Funtana Noa-Unione dei Pastori di Nurri; Nurri Dolce Alba-Caseificio Mattana; Sinnai Caprotto-Caseificio Vergara; Elmas Caprino Santa Maria Aquas-Caseificio Deidda; Sardara Su Rei-Azienda Agricola Coile Scalas; Muravera Costa Rei Iaia-Caseificio Iesum; Musei Smeraldo Erborinato-Latteria Sociale Santadi; Santadi Cabriolu-Central Formaggi; Serrenti Su Entu-Caseificio Murtas (Silius); Fantasia di Capra-Caseificio Argei (Gergei); Pastore Misto-Caseificio Monte Accas (Siliqua).

Data ultima modifica 05 maggio 2019 ore 14:06

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"