Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Salvini, sbarchi dimezzati in Sardegna

@ANSA
1' di lettura

Meno presenze anche tra gli ospiti nelle strutture isolane

"I dati sulla gestione dell'immigrazione in Sardegna sono assolutamente confortanti: nel 2018 si sono dimezzati gli sbarchi come pure le presenze di immigrati ospitati nelle strutture sarde". Lo ha dichiarato il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, dopo aver partecipato in Prefettura a Cagliari al comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica.

"I fondi di Spiagge sicure sono arrivati ai comuni di Villasimius e Muravera - ha aggiunto - al comune di Cagliari sono già stati destinati fondi per la sicurezza urbana, mentre per la videosorveglianza sono state finanziate iniziative nei comuni di Domus de Maria e Villamar e sono in arrivo altri 90 milioni di euro".

IN PRIMAVERA APRE IL CPR DI MACOMER - "Entro la primavera aprirà il primo centro di identificazione ed espulsione in Sardegna". Lo ha annunciato a Cagliari il ministro dell'Interno Matteo Salvini, riferendosi all'ex carcere di Macomer chiuso dal 2014 ma che diventerà un Centro permanente per i rimpatri dei migranti irregolari. "Questo - ha aggiunto - consentirà di rendere più veloci ed efficaci le espulsioni anche dall'Isola che aveva problemi che altre regioni non hanno".

ATTENTATI, IN ARRIVO PIU' UOMINI E MEZZI - "In arrivo in Sardegna più uomini e mezzi". Il ministro Matteo Salvini risponde così, "coi fatti", a chi chiede un intervento sul fenomeno degli attentati contro gli amministratori locali nell'Isola, gli ultimi due nelle scorse 48 ore: "Le parole, le lettere e i convegni li lascio agli altri", osserva. "In Manovra - ribadisce il vicepremier - sono stati stanziati i fondi per assumere ottomila tra poliziotti, vigili del fuoco e agenti della guardia di finanza".

DA METANO A TRIVELLE, CON SOLI NO NON SI CAMPA - "Non si può dire no al carbone, no al petrolio, no al metano, no alle trivelle, mica possiamo andare in giro con la candela e accendere i legnetti. Di tutto il resto si può discutere, ma con i soli No non si campa". Lo ha detto il vicepremier Matteo Salvini, nell'Isola per un tour elettorale iniziato a Cagliari con la partecipazione, nella veste di ministro dell'Interno, al comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica. "La gestione delle crisi aziendali non può essere lasciata al caso - ha aggiunto Salvini - E' fuori discussione che si cancellino migliaia di posti di lavoro, la tutela nel posto di lavoro è sacra". Poi ha fatto un riferimento al problema dell'energia e della metanizzazione in Sardegna: "è una delle priorità mia e di questo governo".

FI COSTRUISCA E SMETTA DI ATTACCARE LA LEGA - "Mi auguro che Forza Italia costruisca e dia una mano a costruire, e non trascorra troppo tempo ad attaccare me e la Lega perché non credo che questo sia utile". Così Matteo Salvini prima di lasciare Quartu, uno degli otto comuni chiamati al voto delle suppletive di domenica 20.

A CAGLIARI SI VOTA PERCHE' DEPUTATO M5S ERA IN BARCA - "Domenica si elegge a Cagliari un parlamentare: prima ce n'era uno del M5s che ha preso la barca a vela e se ne è andato". Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, da Quartu Sant'Elena seconda tappa del suo mini tour in Sardegna accanto alla candidata del centrodestra per le suppletive nel collegio di Cagliari per la Camera, Daniela Noli. Il ministro dell'Interno è salito sul palco dopo i tradizionali selfie e un bagno di folla tra la gente.

Data ultima modifica 16 gennaio 2019 ore 16:35

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"