Sardegna, carabinieri nel mirino

Sardegna
cagliari

Ordigno davanti casa di un brigadiere in servizio a Tortolì

Nuovo atto intimidatorio nei confronti dei carabinieri in Ogliastra in poco meno di un mese. Stavolta nel mirino è finito il brigadiere Mariano Caredda, di 50 anni, in servizio alla stazione di Tortolì, in Ogliastra. Un ordigno esplosivo è stato abbandonato davanti alla sua abitazione alla periferia di di Bari Sardo.

Il fatto risale a lunedì sera. Alcuni passanti insospettiti hanno dato l'allarme ai Carabinieri della stazione del paese che hanno subito transennato la strada e chiamato gli artificieri anti sabotaggio dello squadrone Cacciatore di Sardegna di Abbasanta, che hanno messo in sicurezza e sequestrato l'ordigno. I militari hanno effettuato un sopralluogo alla ricerca di tracce che possano condurre agli autori.

Questo è il secondo attentato intimidatorio nei confronti di militari in servizio a Tortolì: il 28 settembre gli incendiari avevano distrutto l'auto di Giovani Bellina, responsabile della sezione di polizia giudiziaria della Procura di Lanusei.
   

Cagliari: I più letti