Infrastrutture, apre primo tratto nodo di Rastignano

Emilia Romagna
@ANSA
42feddf58c46feadb2a1cf62108a3050

Un collegamento di un chilometro per ridurre il traffico

Dopo trent'anni di attesa vede finalmente la luce il primo tratto di strada del Nodo di Rastignano, nella periferia Sud-Est di Bologna. Lungo circa un chilometro, dalla rotatoria Mafalda di Savoia a quella nuova del Dazio e da questa a via Toscana, il collegamento permetterà di 'alleggerire' il traffico e i tempi di attraversamento di una zona a ridosso del confine fra i Comuni di San Lazzaro e Pianoro. Al taglio del nastro erano presenti, tra gli altri, il presidente dell'Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, il sindaco di Bologna, Virginio Merola, il direttore Investimenti Area Centro di Rfi, Marco Torassa, e il responsabile di Area di Italferr, Daniele Scataglini. Rfi e Italferr sono le due società del Gruppo Fs che hanno eseguito i lavori. Il varo è stato preceduto da un lungo iter amministrativo, compresa l'interruzione dei cantieri per la bonifica dell'area da ordigni bellici della Seconda guerra mondiale.

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24