Corruzione, giudice tributario a processo

Emilia Romagna
@ANSA
daddca1d08188ce86539cf315ae99ff3

Decisi a Bologna i rinvii a giudizio per 13 persone

Tredici persone sono state rinviate a giudizio a Bologna con le accuse a vario titolo di corruzione, accesso abusivo a sistema informatico e rivelazione di segreto d'ufficio. Tra gli imputati, il giudice tributario Carlo Alberto Menegatti e Sante Levoni, imprenditore di un'importante ditta modenese di salumi, poi professionisti e dipendenti di Agenzia delle Entrate ed Equitalia.

Il gup Gianluca Petragnani Gelosi ha disposto il processo davanti al collegio della seconda sezione penale, per l'11 ottobre. L'inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Morena Plazzi, vide nel 2016 le perquisizioni della Guardia di Finanza nello studio del componente della XII sezione della commissione tributaria dell'Emilia-Romagna. Tra l'altro Levoni è accusato di aver corrotto Menegatti, fra aprile e luglio 2016, regalandogli salumi e promettendo soldi, in cambio di consulenze favorevoli su ricorsi pendenti davanti alla Commissione tributaria regionale per la società Globalcarni Spa.

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.