Musica: al festival Valle d'Itria nuova opera con libretto Elio

Puglia
ce93abccc7592dfe9fd66b32e24343af

Inaugurazione il 19 luglio, cartellone da Prokofev a Bellini

ascolta articolo

(ANSA) - MILANO, 29 APR - C'è la prima assoluta di Opera italiana, melodramma con musiche di Nicola Campogrande e libretto dello sceneggiatore Pietro Bodrato e di Elio fra le sorprese della 48/a edizione del festival della Valle d'Itria, in programma dal 19 luglio al 2 agosto.
    E non è l'unica novità nel cartellone della kermesse che mira a far scoprire pagine musicali rare, antiche e anche nuove e che per la prima volta viene firmata dal nuovo direttore artistico Sebastian F Schwarz, che è anche sovrintendente del Regio di Torino, insieme al direttore musicale Fabio Luisi. Il suo arrivo, secondo il presidente della Fondazione Paolo Grassi, ente organizzatore del festival, Franco Punzi "inaugura una nuova fase storica per il Festival della Valle d'Itria, pur mantenendosi nell'alveo dei nostri valori caratterizzanti: titoli rari o sottovalutati, attenzione alla fedeltà testuale tramite l'uso di edizioni critiche e il ricorso a interpreti specializzati".
    L'inaugurazione sarà il 19 luglio al Palazzo Ducale di Martina Franca (Taranto) con Le Joueur di Prokofev nella versione francese appunto del debutto nel 1929 con la direzione di Jan Latham Koenig e la regia di David Pountney. Il 24 luglio, sempre a Palazzo Ducale, si terrà la prima di Beatrice di Tenda di Vincenzo Bellini diretta da Fabio Luisi, mentre al rinnovato teatro Verdi il 25 luglio andrà in scena Il Xerse di Francesco Cavalli con l'orchestra barocca Modo Antiqua e la regia di Leo Muscato.
    Sarà invece il 3 agosto la prima assoluta di Opera Italiana, commissionata dal Comitato Italia 150 per le celebrazioni dei 150 anni dell'unità d'Italia, che per la prima volta viene rappresentato, con Alessandro Caldaro a dirigere l'orchestra del teatro Petruzzelli e la regia di Tommaso Franchin. (ANSA).
   

Bari: I più letti