Ucraina: Tissi, per esprimerci abbiamo bisogno mondo in pace

Puglia
e4ff8b0ee2cb5496f902f7dc55ac3e11

Ballerino tornato alla Scala di Milano dopo teatro Bolshoi Mosca

ascolta articolo

(ANSA) - BARI, 08 APR - "Quello che spero è che ci sia il raggiungimento di una pace per l'Ucraina e per tutti noi.
    Abbiamo tutti bisogno di poterci esprimere, vivere e lavorare in un mondo dove regna la pace". Così Jacopo Tissi, il primo ballerino che recentemente ha lasciato il Teatro Bolshoi di Mosca ed è tornato alla Scala di Milano, collegato da remoto all'evento "Live In" di SkyTg24 in corso nel teatro Kursaal Santalucia di Bari. "E' stato molto difficile, improvviso, un susseguirsi di eventi inaspettati. E' stato terribile assistere a tutto questo" ha detto l'étoile, motivando la sua decisione di lasciare Mosca: "Per una espressione artistica ci deve essere una condizione di armonia interiore, però anche di atmosfera intorno e quindi in un clima di conflitto per me non era più possibile continuare".
    Tissi ha partecipato ieri al gala per la pace organizzato a Milano. "E' stata una serata bellissima - ha detto - , molta emozione e una grande risposta del pubblico, anche se non sono mancate le difficoltà perché all'ultimo c'è stata la cancellazione della partecipazione degli artisti russi, che volevano partecipare, per un recente decreto. Per me è stato un po' triste perché poteva essere un messaggio ancora più forte di pace per tutti". (ANSA).
   

Bari: I più letti