8 marzo: donne migranti Cara Bari lo dedicano a Ucraina

Puglia
8fa83f52c5c77d3457d1654ed0a6ad38

Canti e volti dipinti di giallo e azzurro, 'stop the war'

ascolta articolo

(ANSA) - BARI, 08 MAR - Hanno cantato "all we are saying is give peace a chance", mentre si dipingevano il viso di giallo e azzurro, i colori dell'Ucraina, sventolando mimose gialle con nastri azzurri, con sullo sfondo una panchina con gli stessi colori e la scritta "Stop The War". Sono le 112 donne migranti ospiti del Cara, il centro di accoglienza per richiedenti asilo, di Bari, gestito dalla Coooperativa Auxilium. Donne di 26 diverse nazionalità, in prevalenza nigeriane, ghanesi e ivoriane, che hanno voluto dedicare la Giornata internazionale della donna alle profughe ucraine, anche loro oggi in fuga da un luogo di guerra e di sofferenza, come è stato anni fa per queste donne oggi richiedenti asilo a Bari.
    "Il viso che ognuno di loro ha colorato di giallo e azzurro - spiegano gli operatori del centro - ha voluto far sentire la loro vicinanza in questo tragico momento e il mescolarsi dei due colori ha generato il verde, il colore della speranza, la speranza che questa guerra possa cessare oggi, proprio nella giornata dedicata a tutte le donne". (ANSA).
   

Bari: I più letti