Shoah: Bari ricorda questore Palatucci, salvò 5 mila ebrei

Puglia
978a50dbd0f6b7ff0efe2ef935a6d19d

Commemorazione in anniversario morte in campo sterminio Dachau

ascolta articolo

(ANSA) - BARI, 10 FEB - Anche Bari ha ricordato oggi, in una cerimonia nel giardino Isabella D'Aragona davanti al palazzo della Questura, Giovanni Palatucci, ex questore di Fiume, Medaglia d'oro al merito civile riconosciuto "Giusto tra le Nazioni" nell'anniversario della sua morte. Di origini campane, Palatucci è ricordato per aver salvato oltre 5 mila ebrei dai campi di sterminio. Arrestato dalla Gestapo il 13 settembre 1944, fu condannato a morte e deportato nel campo di sterminio di Dachau, dove morì il 10 febbraio 1945, a soli 36 anni.
    "Giovanni Palatucci, definito dai cittadini ebrei giusto tra i giusti - si legge in una nona della Questura di Bari - , con la sua bontà, il coraggio e l'abnegazione ha onorato la Polizia italiana".
    Nel corso di una breve cerimonia svoltasi dinanzi all'albero a lui intitolato, alla presenza della prefetta di Bari Antonella Bellomo, del questore Giuseppe Bisogno e del vice sindaco Eugenio Di Sciascio, settanta piccoli alunni della scuola primaria "Niccolò Piccinni" hanno mostrato i loro lavori sulla figura di Palatucci e sulla Shoah, intonando anche un canto dal titolo "Mani" che inneggia alla fratellanza ed al rispetto delle differenze. Nel suo intervento il questore ha ripercorso le tappe principali della vita di Palatucci sottolineando come, a seguito dell'emanazione delle leggi razziali antisemite, si schierò immediatamente in favore dei cittadini ebrei. (ANSA).
   

Bari: I più letti