Scritte no-vax su scuolabus, sindaco insultato dopo denuncia

Puglia
26c3da2f94c7fc38505a5b99950aa57e

Nel Barese, 'paragonati a nazisti nel Giorno della Memoria'

ascolta articolo

(ANSA) - BARI, 29 GEN - "Parole violente, aggressioni verbali e insulti" sarebbero stati rivolti al sindaco di Castellana Grotte (Bari), Francesco De Ruvo, il quale nei giorni scorsi ha denunciato che due scuolabus erano stati vandalizzati con scritte no-vax. "Non posso tollerare toni di accusa e violenza come quelli che sono apparsi, a migliaia, nei commenti al mio post che denunciava gli atti vandalici di due giorni fa" scrive il sindaco su Fb, annunciando una denuncia alla polizia postale.
    "Non posso tollerare insulti personali a me, all'Istituzione che rappresento e ai cittadini che hanno manifestato di condividere il mio pensiero. E tutto questo si è consumato proprio nel Giorno della Memoria. Gli anonimi commentatori - dice De Ruvo - si sono paragonati alle vittime dell'olocausto. Ci hanno accusato di nazismo. Sono disgustato dall'odio e dalla cecità che traspare dai commenti. I danneggiamenti sulle cose pubbliche, come sugli scuolabus che utilizzano i nostri bambini, non possono essere giustificati per nessun motivo. E l'accostamento a chi è morto per il nazismo non solo dimostra ignoranza storica ma anche assenza di sensibilità e tatto su un tema troppo grande, troppo doloroso per chi l'ha vissuto e che nei campi di sterminio è stato ucciso prima nello spirito e poi anche nel corpo". "Chi vuole manifestare il proprio dissenso, rispetto ai vaccini o ad altri temi, è giusto che lo faccia - conclude - , ma nei modi consentiti. Questa si chiama democrazia". (ANSA).
   

Bari: I più letti