Covid: Puglia, 946 nuovi casi e 13 decessi, allarme rianimazioni

Puglia
3c6ecaaee576932e42e56c0a67198b1a

122 ricoverati nelle rianimazioni contro i 104 posti letto Covid

(ANSA) - BARI, 06 NOV - La Puglia è tra le 13 regioni che sta già utilizzando i posti letto di terapia intensiva che dovrebbero essere dedicati ai pazienti non Covid-19: è quanto emerge dall'Instant Report Covid-19 dell'Alta scuola di economia e management dei sistemi sanitari (Altems) dell'Università Cattolica. Nel dettaglio, sono 122 i pazienti ricoverati nelle rianimazioni contro i 104 posti letto riservati al Covid; in totale negli ospedali vengono assistiti 909 pugliesi positivi, +42 rispetto a ieri. Oggi in Puglia si sono registrati 946 nuovi casi di coronavirus su 7728 tamponi processati. Sono stati registrati anche 13 decessi, di cui 7 nella provincia di Foggia, 2 nel Barese, 2 nel Brindisino, 2 nel Tarantino. Gli attualmente positivi sono 15.629. Dall'inizio dell'emergenza sono 7.450 sono i pazienti guariti, mentre il totale dei casi positivi Covid è di 23.881. Ospedali e 118 sono in sofferenza, soprattutto nel Foggiano, nella Bat e in provincia di Bari i posti letto liberi sono ormai pochissimi e davanti ai pronto soccorso le ambulanze sono costrette ad attendere diverse ore prima di poter ricoverare i pazienti. Scene che si sono ripetute questa mattina a Bisceglie e davanti all'ospedale Di Venere di Bari. L'Asl Bat è corsa ai ripari attivando altri 160 posti letto Covid nell'ospedale Dimiccoli di Barletta, che si sono andati ad aggiungere ai 96 che erano già disponibili nell'ospedale di Bisceglie, ai 45 posti post-Covid di Canosa di Puglia e ai 30 posti per acuti del Don Uva di Bisceglie. Quindi l'unico ospedale no Covid resta il "Bonomo" di Andria per tutta la provincia.
    Lunghe attese anche per sottoporsi al tampone, per velocizzare i tempi e dare respiro alle Asl nei prossimi giorni saranno attivati altri 13 drive through grazie alla collaborazione tra la Protezione civile regionale, le Asl, l'Esercito e la Marina militare. Uno verrà installato anche all'interno della Fiera del Levante di Bari e i test verranno effettuati da medici e infermieri dell'Asl Bari e della Marina stessa. Il drive-through barese sarà pronto la prossima settimana e sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 17.30. (ANSA).
   

Bari: I più letti