Covid: Cgil-Cisl-Uil, Regione spinga su acceleratore

Valle D'Aosta
ad3558977d696d82edf866beaff35baf

"A marzo temiamo emorragia posto di lavoro"

"Lo diciamo da tempo e con forza che servono azioni rapide, bisogna spingere sull'acceleratore per quanto riguarda gli aiuti anti-crisi. Dare sicurezza per il futuro a tutte le lavoratrici e ai lavoratori che da un anno lottano con il dover far quadrare i conti. Marzo si avvicina e con la sospensione del blocco dei licenziamenti temiamo un'emorragia di posti di lavoro". Lo scrivono in una nota i sindacati Cgil, Cisl e Uil della Valle d'Aosta. "Ormai non sappiamo più quanti mezzi usare - proseguono - per far comprendere la necessità di agire in fretta in questo momento estremamente delicato per l'economia e la salute della Valle d'Aosta e del Paese. Lo abbiamo detto in tutte le sedi istituzionali e non, quanto sia importante da parte della Regione intervenire velocemente per cercare di far ripartire la nostra Valle d'Aosta, entrata in un vortice d'impasse che sembra senza via di fuga. È da tempo che facciamo pressione sulla questione dei lavoratori stagionali del settore turistico e spesso riceviamo risposte surreali". 
   

Aosta: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.