Coronavirus: Nas tornano in microcomunità Doues

Valle D'Aosta
@ANSA
252463e1fb2b70e2b032763488cdb7fd

Dopo esito tamponi con 17 positivi su 18, è il secondo accesso

Secondo sopralluogo in poche settimane dei carabinieri del Nas di Aosta nella microcomunità di Doues: stamane gli investigatori sono tornati al 'Foyer de vie' su disposizione della procura di Aosta. Il nuovo accesso fa seguito all'analisi degli ultimi tamponi prelevati, dai quali è emerso che 17 su 18 degli anziani ospiti sono positivi al coronavirus. I militari acquisiscono documentazione, anche clinica, verificano lo stato della struttura e possono sentire delle persone.
    Aperto a fine marzo, il fascicolo sulla gestione dell'emergenza sanitaria da Covid-19 ha portato ad accessi del Nas nel Refuge Père Laurent, nell'Istituto clinico Valle d'Aosta di Saint-Pierre, nell'ospizio Piccola Casa Della Divina Provvidenza Cottolengo di Saint-Vincent, in alcuni centri anziani di Aosta e nella casa di riposo 'Saint-Leger' di Aymavilles.
    Dopo la prima annotazione di polizia giudiziari ricevuta, il pm Francesco Pizzato, che indaga sotto l'egida del procuratore Paolo Fortuna, procede - al momento senza indagati - per omicidio colposo plurimo ed epidemia colposa riguardo ai contagi e ai morti nell'ospizio Père Laurent, struttura privata di proprietà della diocesi di Aosta.

Aosta: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24