Maltempo: piena Misa, evacuata decina persone piano terra

Marche
a2d9e67b4642c918fa8266a8334a1ed6

Senigallia, sfollati a casa in serata. Auto sommersa da acqua

   L'intensa ondata di maltempo che si è abbattuta nella notte e nelle prime ore del mattino su varie zone delle Marche, ha interessato anche la zona di Senigallia (Ancona), colpita dalla disastrosa alluvione del 3 maggio 2014, e l'entroterra. Allagamenti diffusi si sono registrati soprattutto in zona porto: a causa della piena del fiume Misa i sottopassi adiacenti si sono riempiti velocemente di acqua e fango. Un automobilista è rimasto bloccato in via Perilli ma è riuscito a uscire da solo dall'abitacolo. I fiumi Misa e Cesano in piena hanno superato la soglia di allarme: in centro storico erano stati chiusi i negozi, così come i centri commerciali e supermercati nelle aree a rischio esondazione.
    Evacuata una decina di persone malate o disabili a rischio perché residenti ai piani terra nelle zone in cui era possibile registrare un'esondazione di Misa e Cesano: le persone sono state ospitate nei locali del seminario vescovile grazie alle operazioni di Croce Rossa e Caritas coordinate dai servizi sociali dell'Unione dei Comuni "Le terre della marca senone" e nel tardo pomeriggio potranno rientrare a casa. Solo poco fa il sindaco ha disposto la riapertura delle attività. Diverse le strade sono state chiuse in tutto il territorio comunale e che stanno cominciando a riaprire al traffico solo dopo ore e dopo il passaggio di quello che è stato considerato dalla Protezione civile regionale il picco di piena. (ANSA).
   

Ancona: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24