Pesca: gara nazionale sul fiume Esino il 28 novembre

Marche
ancona

Assessore Marche, esempio di pratica sportiva rispettosa natura

(ANSA) - ANCONA, 19 NOV - La pesca sportiva prova a ripartire dopo il covid con una gara nazionale Fipsas di pesca alla trota, in programma, sul fiume Esino, in provincia di Ancona, nella mattinata di domenica 28 novembre. Una gara resa possibile dal fatto che le Marche sono l'unica Regione in Italia autorizzata dal Ministero della Transizione ecologica ad immettere trote iridee sterili nei corsi d'acqua dolce, grazie all'approvazione di un progetto pilota che consente di prolungare di un mese il calendario di pesca. In gara, per le restrizioni imposte dal Covid-19, sono attese 50 coppie, suddivise in cinque settori competitivi con 10 coppie ciascuno. Sono già arrivate iscrizioni da tutta Italia, tanto da far registrare subito il tutto esaurito negli alberghi interessati dalla competizione. "Abbiamo scavalcato una montagna burocratica, ora siamo esempio nazionale di una pratica sportiva rispettosa degli equilibri naturali" ha commentato il vicepresidente della Regione Marche Mirco Carloni, assessore alla Pesca sportiva, presentando la competizione. "La pesca sportiva rappresenta un fattore economico non secondario per le nostre aree interne, per gli impianti ittici - ha aggiunto -. Non bisogna sottovalutarla, riconducendola solo al divertimento dei pescatori: questa attività sportiva rappresenta una fetta economica del nostro Pil regionale". Alla presentazione ha partecipato il consigliere federale Fipsas (Federazione Italiana pesca sportiva e attività subacquee) Claudio Nolli, che ha ringraziato la Regione Marche "per l'impegno profuso. La manifestazione del 28 novembre cade in un momento storico drammatico per la pesca sportiva" ha sottolineato, parlando di sistema ministeriale autorizzativo "complicato e drammatico, perché poi dal 31 dicembre, il percorso va avviato nuovamente, senza la certezza di un futuro concreto per il settore piscatorio". Secondo Carloni, comunque, si tratta di "un punto di partenza e non di arrivo per l'attività ittica marchigiana. L'impegno è quello di ripopolare altri corsi d'acqua regionali per offrire la giusta soddisfazione agli sportivi della pesca". (ANSA).
   

Ancona: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24