Covid: Ancona, stop ad attività programmate non urgenti

Marche
67133804d84c8e0162efbc9ef4f57a1e

Torrette, per 25 posti Intensiva. Av 2, solo urgenti fino 24/3

(ANSA) - ANCONA, 11 MAR - Per l'emergenza Covid-19 che ha fatto crescere la pressione sugli ospedali marchigiani e in particolare quelli della provincia di Ancona sono state sospese molte attività programmate non urgenti. Agli Ospedali Riuniti di Ancona stop alle attività ambulatoriali 'a lungo termine', che non hanno alcuna priorità e gli interventi non strettamente necessari per garantire gli attuali 25 posti di terapia intensiva Covid: in caso di aumento dei posti necessari d'intensiva, però, la sospensione potrebbe allargarsi anche ad interventi, non minori d'impatto più consistente ma differibili.
    Negli altri ospedali dell'Area Vasta 2 (Fabriano, Jesi e Senigallia) sospensione fino al 24 marzo delle attività programmate e non urgenti; mantenute le urgenti e indifferibili, traumatologiche, oncologiche, materno infantile percorso delle fragilità (dializzati, cardiopatici).
    All'ospedale di Torrette 'saturazione' dei posti Covid con 146 presenze tra le quali 125 nei vari reparti - 24 in Terapia intensiva, 40 in Malattie infettive (tra ordinari e sub intensiva) e 21 in pronto soccorso: la percentuale dei degenti Covid sul totale è nel complesso circa 35% così come in Terapia intensiva (25 su 70 posti). Anche oggi affluenza molto intensa al Pronto soccorso con anche quattro ambulanze - tra Croce Gialla e Croce Rossa - con pazienti Covid a bordo - non gravi - in attesa di entrare: uno ha atteso sei ore. (ANSA).
   

Ancona: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24