Gip scarcera geometra, ai domiciliari

Marche
1d412c5f8ac2dbf2189d8d1a3a15eb60

Accusa corruzione per presunti appalti pilotati e scambi favori

Esce dal carcere, per scontare la misura cautelare agli arresti domiciliari, il geometra del Comune di Ancona Simone Bonci arrestato il 7 novembre scorso con l'accuse di corruzione per presunti appalti pilotati e scambi di favori con un cartello di imprese. Il gip Sonia Piermartini ha accolto l'istanza dei difensori - avv. Riccardo Leonardi e Lorenza Marasca. Non si conosce al momento la motivazione del provvedimento notificato ieri. Ora Bonci è uscito dal carcere di Montacuto. Nell'inchiesta 'Ghost Jobs', eseguita da Squadra Mobile e sezione Pg Municipale, e coordinata dalla Procura di Ancona, erano finiti ai domiciliari quattro imprenditori edili, gravati dello stesso addebito: Francesco Tittarelli, 69 anni, di Offagna (Ancona) e Tarcisio Molini, 64 anni, di Treia ma residente a Cingoli (Macerata), Marco Duca, 40 anni, di Cupramontana (Ancona) e Carlo Palumbi, 66 anni, del Teramano.
    L'indagine, in cui altre 30 persone sono indagate per altri tipi di addebiti, è comunque ancora nella fase iniziale.
   

Ancona: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24